Oltre venticinquemila visitatori in meno di due mesi: fino ad aprile la mostra su Steve Jobs a Torino

Una gran mole di visitatori ed una critica entusiasta hanno convinto gli organizzatori della mostra “Steve Jobs 1955-2011” a prorogare fino al 15 aprile l’evento dedicato all’inventore e co-fondatore di Apple Inc al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino.

Otre 25.000 ospiti (800 al giorno in media nel periodo natalizio) hanno potuto scoprire dal 1° dicembre la storia di un uomo che, con la sua creatività, ha inciso sulla vita di miliardi di persone. Una mostra a 360 gradi, suddivisa in 10 aree tematiche a partire dalle origini con la riproduzione del celebre garage di Palo Alto, tra dischi e libri di cultura hippy, zen e buddista dove il giovane californiano realizzò le sue prime creazioni al ritmo della musica dei Beatles, di Bob Dylan e di Johann Sebastian Bach. Un personaggio carismatico che ebbe il coraggio di compiere scelte poco convenzionali (come l’abbandono dell’università per non gravare sui propri genitori adottivi e la decisione di seguire solo i corsi a lui più congeniali).
Il risultato è sotto gli occhi di tutti: dalla fondazione della Apple nel 1976, al licenziamento dalla sua stessa azienda (dove Jobs tornerà trionfalmente nel '97), alla creazione della Pixar, fino alle invenzioni entrate nella storia della tecnologia come il Lisa, il Macintosh e l’iMac ed i più recenti iPod, iPhone, iPad, presentati all’interno di un percorso interattivo ad alto contenuto tecnologico, tra touch screen, archivi elettronici e documenti multimediali.
«Un grandissimo risultato – commenta il successo  l’assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Michele Coppola – che conferma la validità del modello di collaborazione pubblico-privato. Il coinvolgimento di BasicNet è stato garanzia di qualità e le nostre strutture hanno lavorato molto bene insieme. Stiamo già pensando a una nuova iniziativa dedicata alla rivoluzione informatica da realizzare in autunno. Ringrazio Marco Boglione, titolare di Basic Net, per aver reso disponibili fino al 15 aprile i suoi “gioielli informatici” per soddisfare le numerose richieste». Il successo della rassegna si inserisce in un generale andamento positivo del Museo. «Nel 2011 - continua l’assessore - ha registrato circa 200 mila presenze, con un incremento di circa 30 mila visitatori rispetto al 2010».

La mostra è realizzata grazie alla collaborazione tra l'Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte e il gruppo torinese BasicNet, proprietario dei marchi di Kappa®, Robe di Kappa®, K-Way®, AnziBesson®, Jesus® Jeans, Lanzera®, Sabelt® e possessore di una delle più complete collezioni al mondo di Pc e storia dell’informatica.


fino al 15 marzo 2012
Museo Regionale di Scienze Naturali, via Giolitti 36
TORINO

Informazioni: tel. 011.4326307/6334/6337
Aperto da lunedì a domenica ore 10-19; chiuso martedì.

 

Aggiungi commento

Se lo desiderate, potete commentare pubblicamente la notizia: evitate temi che non riguardano l'articolo, linguaggio non consono, turpiloquio e di offendere o diffamare chiunque.
Ci riserviamo di cancellare i commenti e di inibire l'accesso a coloro i quali non rispetteranno queste regole o inseriranno indirizzi e-mail di riferimento non reali. In ogni caso verrà rilevato l'indirizzo IP.


Codice di sicurezza
Aggiorna