A+ A A-

Per il web è tempo di festival: Pisa capitale di internet dal 4 al 7 ottobre

  • Scritto da Enrico Zoi

Dal 4 al 7 ottobre è il momento dell'Internet Festival di Pisa: opere d’arte create compattando pezzi di hardware e i vecchi cari floppy, concerti jazz e riflessioni sul dibattuto tema del download musicale, scontri di sumo fra robot, ritorni al futuro di Johann Gutenberg, Guglielmo Marconi, Galileo Galilei e Abraham Lincoln, che proveranno in qualche modo a rispondere alla domanda: “Cosa avrei fatto se avessi avuto Internet?”. I numeri di questa quattro giorni di incontri ed eventi dedicati al domani del Web parlano di 200 relatori, 4 concerti, 12 location e l'intera Pisa che vivrà di Internet. Una sede scelta non a caso quella della città toscana: qui infatti nel 1986 parte la prima connessione alla Rete, qui più di cinquant'anni fa nasce il primo calcolatore, qui ancora oggi si gestisce il registro con tutti i domini .it (il primo è di un quarto di secolo fa e oggi siamo a 2 milioni e mezzo). E poi è di Pisa il record mondiale di trasmissioni dati via Internet (1.200 Gigabit al secondo, cioè oltre un Terabit).
Tre le aree tematiche dell'evento: Internet for Citizens, Internet for Makers e Internet for Tellers. Quanto mai di attualità gli argomenti, tutti a loro modo in primo piano: dalla democrazia digitale, con le nuove forme di rappresentanza politica mediate dalla Rete, al rapporto fra Internet e imprese ed economia, fino al Web inteso come strumento, a volte spontaneo e sincero, in altre manovrabile come ogni strumento, di (libera) espressione e opinione. La partecipazione sarà garantita da workshop, seminari e da un test su come funziona Internet, nel quale potranno cimentarsi relatori e volontari del Festival. Ma ogni incontro sarà trattato secondo format orientati alla partecipazione: della platea dei presenti, ma inevitabilmente anche della platea virtuale, con nomi importanti dal mondo della comunicazione e della Rete, della politica e del giornalismo, del teatro e dello spettacolo, dell’economia e delle scienze.
In questo filone si inserisce l'attenzione dedicata agli universi web più di moda: è in svolgimento un concorso letterario su Facebook, cui si può partecipare con 600 battute di testo, che sviluppino, insieme agli altri, l’inizio di un racconto; Twitter ospita aste on-line; Youtube propone video quiz e video interattivi per imparare i segreti del web divertendosi; è in lavorazione una app per i visitatori del Festival e c'è pure Pinterest.
Il Festival, promosso da Regione Toscana, Comune e Provincia di Pisa, Cnr e Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna e Scuola Normale Superiore, Camera di commercio di Pisa e associazione Festival della Scienza, è diretto da Edoardo Fleischner, con il coordinamento di Fondazione Sistema Toscana.
Un grande Festival per dire: “Rete!”. E che Rete sia.

Info

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".