A+ A A-

Si è spenta Virna Lisi: aveva 78 anni, ed era, da poco, tornata sul set

  • Scritto da Il Trillo
Virna Lisi negli anni SessantaVirna Lisi, una delle attrici più titolate d'Italia è mancata, nel sonno, nella notte tra mercoledì 17 e giovedì 18 dicembre, all'età di 78 anni, compiuti dieci giorni prima. Nata ad Ancona e, dopo aver vissuto a Jesi gli anni dell'infanzia, la sua famiglia si trasferì a Roma, dove Giacomo Rondinella, cantante ed attore amico di famiglia, le fece conoscere il produttore cinematografico Antonio Ferrigno, il quale la mise sotto contratto all'età di quattordici anni.
Impressionante la sua carriera, che spazia dal cinema alla televisione, al teatro, alla pubblicità: oltre che in Italia ha lavorato in Francia ed anche ad Hollywood dove rifiutò di diventare un sex-symbol, pagando una pesante penale alla "Paramount", che l'aveva scritturata.
La Lisi, il cui vero cognome era Pieralisi, ha lavorato, tra gli altri, con Marisa Allasio, Alberto Sordi, Francesco Maselli, Anton Giulio Majano, Franco Volpi, Enrico Maria Salerno, Totò, Peppino De Filippo, Ugo Tognazzi, Raimondo Vianello, Aldo Fabrizi, Renato Rascel, Sergio Corbucci, Dino Risi, Gastone Moschin, Pietro Germi, Alberto Lattuada, Pasquale Festa Campanile, Anthony Quinn, Anna Magnani, Valentina Cortese, Stanley Kramer, Terry Gilliam, David Niven, Yul Brynner, Richard Burton, Franco Nero, Lucio Fulci, Liliana Cavani, Salvatore Samperi, Jack Lemmon, Frank Sinatra, George C. Scott, Tony Curtis, Gianni Amelio, Giorgio Strehler, Luigi Squarzina, Jeanne Moreau, Stanley Baker, Alain Delon, Sabrina Ferilli, Cristina Comencini, Margherita Buy, Luigi Lo Cascio, Ricky Tognazzi e Sandra Ceccarelli.
Nello scorso mese di aprile, dopo dodici anni di assenza dalle scene, era tornata su un set cinematografico, recitando nella commedia "Latin lover" di Cristina Comencini, che uscirà nel prossimo mese di marzo.
Il primo successo, che le regalò una grande popolarità, è stata, negli anni '50, la pubblicità del dentifricio "Chlorodont" caratterizzata dallo slogan «con quel sorriso può dire ciò che vuole».
Oltre che per la grande professionalità, Virna Lisi era nota per la sua capacità di saper rifiutare proposte che non riteneva adeguate: oltre a quella di Hollywood, dove non cedette, perché già sposata, al fascino di Frank Sinatra, o alle lusinghe di "Playboy" che le aveva chiesto di posare senza veli per la copertina, rifiutò (pentendosene però qualche anno dopo) il ruolo di "bond-girl" nel film "007, dalla Russia con amore", con Sean Connery, che andò all'attrice italiana Daniela Bianchi.
Numerosi ed importanti i premi conseguiti: a livello internazionale, nel 1994, ottenne il "Prix d'interprétation féminine" al "Festival di Cannes" per "La Regina Margot" di Patrice Chéreau, dove interpretò Caterina de' Medici.
Lo stesso film spopolò, nel 1995, anche ai "Nastri d'argento" dove la Lisi vinse il premio per la migliore attrice non protagonista. Proprio l'attrice marchigiana detiene, insieme a Margherita Buy, il più alto numero di "Nastri d'argento" assegnati ad un'attrice italiana, ben sei. Il primo le fu assegnato nel 1978 come migliore attrice non protagonista per "Al di là del bene e del male" di Liliana Cavani e nel 1983 come miglior attrice non protagonista in "Sapore di mare" di Carlo Vanzina, nel 1990 come protagonista di "Buon Natale? Buon anno" di Luigi Comencini. Dopo il premio per "La regina Margot", il quinto "Nastro d'argento" le fu assegnato nel 1997 come miglior attrice per "Và dove ti porta il cuore" di Cristina Comencini ed ancora nel 2002 per "Il più bel giorno della mia vita", pellicola sempre sempre diretta dalla Comencini.
Virna Lisi ha vinto anche quattro "David di Donatello": nel 1980 come migliore attrice protagonista in "La cicala" di Alberto Lattuada, nel 1983 come migliore attrice non protagonista (ex æquo con Lina Polito) in "Sapore di mare" di Carlo Vanzina, nel 1996 per "il prestigio della sua carriera" e, nel 2009, con un altro premio speciale "alla carriera".
Un solo grande amore nella vita di Virna Lisi, il marito Franco Pesci, architetto romano sposato nell'aprile del 1960, con il quale condivise 53 anni di matrimonio, restandone vedova nel settembre 2013. Il figlio della coppia, Corrado, l'aveva resa tre volte nonna.

 
La pubblicità del dentifricio "Chlorodont", che regalò grande popolarità a Virna Lisi:

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".