A+ A A-

Visita guidata alla Galleria Campari (MI) per i 150 anni dalla nascita di Davide Campari

  • Scritto da Il Trillo
Davide CampariGalleria Campari festeggia il 150° anniversario dalla nascita di Davide Campari, figlio del fondatore Gaspare Campari, lungimirante imprenditore, definito dall’artista Fortunato Depero “esempio eletto e audace di industriale amico degli artisti”. Durante la visita serale, il pubblico avrà la possibilità di esplorare il Museo all’interno degli Headquarters Campari realizzati dall’architetto Mario Botta, che contiene il ricco patrimonio culturale dell’azienda e riassume lo spirito avanguardistico e innovatore del suo fondatore.   Dal 2013, la sede del Gruppo ha destinato uno spazio anche all’arte contemporanea e ad alcune delle più interessanti voci dell’arte del nostro tempo: il Campari Wall è uno speciale spazio di dialogo con gli artisti, in collaborazione con gallerie prestigiose e vetrina per talenti creativi italiani e internazionali.
Davide Campari (1867-1936), quarto dei cinque figli di Gaspare Campari, eredita l’azienda paterna nel 1888 e in meno di cinquant’anni la innova profondamente, effettuando scelte all'avanguardia e intuitive in ogni ambito: da quello industriale, a quello commerciale, passando per quello pubblicitario.
È infatti sua l’idea di aprire il primo stabilimento Campari a Sesto San Giovanni nel 1904. Nel discorso di inaugurazione della prima fabbrica, nel descrivere la produzione, Davide Campari dichiara: "nulla venne trascurato per assicurare una fabbricazione di ineccepibile superiorità".
Inoltre, ai punti fermi del portfolio dell’azienda, Bitter Campari e Cordial Campari, Davide aggiunge nel 1932 il Campari Soda, uno dei primi aperitivi premiscelati della storia; il design della ormai iconica bottiglietta a forma di calice rovesciato è affidato al futurista Fortunato Depero.
Davide avvia anche una filosofia pubblicitaria basata su importanti sinergie con i più grandi artisti e designer del suo tempo, guardando all’arte contemporanea come a un linguaggio universale e sviluppando così strategia comunicative all’avanguardia che hanno portato il brand ad affermarsi a livello nazionale internazionale.
Situata proprio all’interno della palazzina liberty dov’era collocato il primo stabilimento, dal 2010 è aperta al pubblico Galleria Campari, uno spazio interattivo e multimediale, dedicato al rapporto tra il marchio Campari e la sua comunicazione attraverso l’arte e il design, la sua storia e l’evoluzione del prodotto e del mondo bar.
La Galleria Campari, nata nel 2010 in occasione dei 150 anni di vita dell’azienda, è un museo aziendale di nuovissima concezione: uno spazio dinamico, interattivo e multimediale, interamente dedicato al rapporto tra il marchio Campari e la sua comunicazione attraverso l’arte e il design.
Il progetto nasce nell’ambito della riscrittura architettonica e funzionale dello storico stabilimento di Sesto San Giovanni, fondato da Davide Campari nel 1904. Tra il 2007 e il 2009 il complesso è stato interamente trasformato, con un progetto dell’architetto Mario Botta, per la realizzazione dei nuovi Headquarters del Gruppo Campari e del museo aziendale.
La Galleria Campari deve la propria forza all’unicità e alla ricchezza dell’Archivio storico, vero e proprio giacimento culturale trasversale, che raccoglie oltre 3.000 opere su carta, soprattutto affiche originali della Belle Époque, ma anche manifesti e grafiche pubblicitarie dagli anni ‘30 agli anni ‘90, firmate da importanti artisti come Marcello Dudovich, Leonetto Cappiello, Fortunato Depero, Franz Marangolo, Guido Crepax e Ugo Nespolo; caroselli e spot di noti registi come Federico Fellini e Singh Tarsem; oggetti firmati da affermati designer come Matteo Thun, Dodo Arslan, Markus Benesch e Matteo Ragni.
Quella di Campari è una storia fatta di brillanti intuizioni, di campagne pubblicitarie raffinate, di una strategia comunicativa all’avanguardia che ha vestito il prodotto di arte e design e ha saputo associarlo alla cultura e alla creatività italiane: la visita alla Galleria Campari è una totale immersione sensoriale nei principi di vitalità e proiezione verso il futuro che da sempre hanno caratterizzato il marchio. Le opere sono esposte sia in originale sia in versione multimediale, rielaborate da giovani Interaction Designer (Cogitanz) utilizzando modalità digitali quali un video-wall con 15 schermi dedicati ai caroselli dagli anni ‘50 agli anni ‘70, 8 proiettori in alta definizione che proiettano su una parete di 32 metri manifesti d’epoca animati, video dedicati ad artisti, immagini tratte dai calendari Campari e spot pubblicitari dagli anni ‘80 a oggi. Infine un tavolo interattivo con 12 schermi touch screen consente di fruire gran parte del vasto patrimonio artistico dell’azienda.
Galleria Campari ha da poco lanciato un’APP per smartphone che consente ai visitatori e al pubblico in generale, di poter fruire di approfondimenti sui contenuti in esposizione, di ulteriori contenuti aggiuntivi e di informazioni sempre aggiornate.
 
La Galleria offre servizi di prestito a musei ed esposizioni; di consulenza storico-critica a sostegno dei progetti curatoriali che includano materiale della collezione Campari; di visite guidate per privati, studenti ed esperti del settore.
 
14 novembre 2017, ore 20
Galleria Campari HQs Gruppo Campari, Viale Gramsci 161
SESTO SAN GIOVANNI (MI)

Galleria Campari festeggia il 150° anniversario dalla nascita di Davide Campari

Visita guidata gratuita alle ore 20.
Informazioni: tel. 02 62251 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - sito ufficiale www.campari.com
Visite guidate gratuite e su prenotazione

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".