A+ A A-

Settembre americano: film che segnano il calendario

  • Scritto da Enrico Zoi
Se c'era una volta in America, quella volta doveva essere di settembre. Diari e calendari del mese ci portano infatti dritti negli States. Con tanti, tanti film da citare! Il 1° del mese, anno 1939, le truppe tedesche invadono la Polonia. Inizia la seconda guerra mondiale: 70 gli anni da allora. E centinaia i film: da “Arcipelago in fiamme” (Howard Hawks, 1943) a “Obiettivo Burma!” (Raoul Walsh, 1945, con un indimenticabile Errol Flynn nei panni del capitano Nelson), da “Okinawa” (Lewis Milestone, 1951) a “Da qui all'eternità” (Fred Zinnemann, 1953), da “L'ammutinamento del Caine” (Edward Dmytryk, 1956) a “Roma città aperta” (Roberto Rossellini, 1945), da “Paisà” (ancora Rossellini, 1946) alle opere di Steven Spielberg (“1941: allarme a Hollywood”, 1979; “Schindler's List, 1993; “L'impero del sole”, 1997; “Salvate il soldato Ryan”, 1998).
Ricordiamo anche un film polacco molto dentro la notizia: ambientato nella Polonia del 1939, “Lotna” (Andrzej Wajda, 1959) è la storia della puledra Lotna, nello scontro tra cavalleria polacca ed esercito nazista. Otto giorni dopo l'invasione tedesca, 9 settembre 1939, Charlie Chaplin inizia le riprese del “Dittatore”: 70 anni ma non li dimostra. Hynkel è Hitler, ma anche uno dei tanti tiranni della storia, tra Mobutu e Bananas, tra ferocia e ridicolo.
L'anonimo barbiere ebreo è l'antieroe per eccellenza, sempre dentro ai cuori, una bandiera per alzare sempre gli occhi, come la sua Hannah. Infine, l'11 settembre saranno 4 secoli esatti da quando, nel 1609, Henry Hudson, esploratore, scopre l'isola di Manhattan, New York. Dire Manhattan equivale a dire cinema. O quasi. E non solo per i molti capolavori di Woody Allen, da “Manhattan” (1979) a “Harry a pezzi” (1997), da “Io e Annie” (1973) a “Crimini e misfatti” (1989), da “Broadway Danny Rose” (1984) a “Misterioso omicidio a Manhattan” (1993), fino a “Mariti e mogli” (1992). È la storia del cinema che sembra passare da quest'isola un po' reality un po' fiction: a Manhattan Madonna ha vissuto il suo “Cercasi Susan disperatamente” (1985) e Demi Moore inseguito il suo “Ghost” (1990); di qui è passato Will Smith in film come “Independence Day” (1996), “Men in Black” I e II (1997 e 2002) e “I am Legend” (2007). Due curiosità. “Manhattan” è anche un film del 1924 di R.H. Burnside, tra avventura, romanzo e commedia. L'attore Cesar Romero americano-cubano, uno dei belli del cinema Usa degli anni '30 e '40, era soprannominato “Latin from Manhattan”.

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".