A+ A A-

62° Film Festival Locarno: 10 prime mondiali e Pardo d'Oro a William Friedkin

  • Scritto da Enrico Zoi

dal 5 al 15 agosto 2009
LOCARNO (Svizzera)

62 edizioni per il festival cinematografico più importante della Svizzera e uno dei maggiori d'Europa: è il Film Festival di Locarno, in programma dal 5 al 15 agosto. Proiezioni in Piazza Grande, 13 film in tutto: 10 sono prime mondiali. Quest’anno spazio all’animazione e al Giappone, ma il resto della selezione ha una forte impronta europea, con 3 produzioni maggioritarie tedesche, 3 svizzere e 2 francesi.

Festical del cinema a Locarno (Svizzera)Ma il 5 agosto inaugura il festival la commedia romantica americana “500 Days of Summer” di Marc Webb. Stati Uniti che tornano sul megaschermo di Locarno (uno dei più grandi al mondo, con 8000 potenziali spettatori) con “My Sister’s Keeper” di Nick Cassavetes. Dalla Mongolia il film di chiusura “The Two Horses of Genghis Khan” di Byambasuren Davaa. Unico film italiano in concorso “Sogno il mondo il venerdì”, di Pasquale Marrazzo.
«Una vetrina, un sismografo, un laboratorio – dice il direttore artistico Frédéric Maire -, un festival di cinema è un po’ tutte queste cose messe insieme e Locarno lo è un po’ più degli altri. Da 62 anni è nel suo Dna il desiderio di andare alla scoperta di nuovi talenti e tendenze, presentare il meglio della cinematografia mondiale e stimolare il confronto e la nascita di nuovi progetti. Quest’anno l’agenda di incontri previsti per gli addetti ai lavori è particolarmente ricca e il nostro atelier di coproduzione Open Doors, giunto alla 7a edizione, apre le porte al cinema della Cina continentale, di Hong Kong e di Taiwan. Inoltre, Locarno ha deciso di tentare un’impresa mai sperimentata prima da un festival non specializzato: offrire al pubblico occidentale, attraverso il progetto 'Manga Impact: The World of Japanese Animation', la possibilità di scoprire e riscoprire il cinema di animazione giapponese».
«Per questa edizione
– prosegue Maire –  il Festival si è associato con il Museo nazionale del Cinema di Torino. Sullo schermo, le questioni legate all’immigrazione e all’identità. Altro grande tema della selezione 2009 è il rapporto sempre più difficile tra uomo e natura, tragicamente falsato da interessi politici ed economici».
E poi i premi. Il Pardo d'oro del ventennale andrà al grande William Friedkin (“Il braccio violento della legge”, “L'esorcista”, “Vivere e morire a Los Angeles”, “Bug-La paranoia è contagiosa”). Il Premio Rezzonico per il Miglior Produttore Indipendente sarà consegnato alla francese Martine Marignac, cofondatrice nel 1987 della società Pierre Grise Productions (Parigi), mentre l’Excellence Award - Moët & Chandon andrà all’attore napoletano Toni Servillo.

Il programma
Informazioni: tel 0041 91 756 21 21.

Sponsor principali: Ubs, Aet, Manor, Swisscom.

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".