A+ A A-

A Locarno, In un altro mondo: il film di Péaquin che racconta un anno da guardiaparco

  • Scritto da 12vda
E' andato in onda alle ore 18.30 di sabato 8 luglio ed alle ore 23 di domenica 9, nella sezione "Ici ed ailleurs" del prestigioso Festival internazionale di Locarno , in Svizzera, la pellicola "In un altro mondo", del regista valdostano Joseph Péaquin, prodotta della "Docfilm" e del "Parco nazionale Gran Paradiso" e della "Fondation Grand Paradis", è cofinanziato dal "Bim - Bacino imbrifero montano" e dalla " Banca di credito cooperativo valdostana".
Il film di Péaquin, racconta la coraggiosa quotidianità di Dario Favre, guardaparco in servizio nel Parco, dove, nella Valsavarenche, si occupa della salvaguardia e del monitoraggio dell'area protetta, comprese le telefonate con la figlia adolescente, evidenziando le contrapposizioni tra i silenzi della natura ed i telefonini ed i social network.  Un fotogramma di In un altro mondo«Con questo film, ho voluto riprendere la realtà della vita di un guardaparco per un anno intero - racconta Péaquin - rappresentandolo nella sua vita quotidiana. Una vita particolare, scandita da esperienze emozionanti e avventurose in montagna e da lunghi momenti di attesa in cui il tempo si ferma. Vivere la montagna è anche affrontare una grande solitudine interiore e le difficoltà di comunicazione che ne derivano».
Il regista Joseph Péaquin Il film, è stato proiettato, per la prima volta per un'opera realizzata in Valle d'Aosta, in"Hd Digital Cinema 2K", un nuovo formato che assicura una qualità pari al "35mm". «Questo progetto ci ha impegnati per oltre un anno, vi abbiamo fortemente creduto e la prestigiosa selezione a Locarno rappresenta già un primo importante risultato - commenta Luisa Vuillermoz, direttore della "Fondation Grand Paradis" - il lungo lavoro in quota di Péaquin ha consentito di creare un prodotto culturale originale e che offre uno spaccato inedito e intenso del "Parco nazionale Gran Paradiso", si sofferma con delicatezza sull’umanità della vita del guardaparco mentre sullo sfondo impera la maestosità della natura che lo circonda».
La produzione di Péaquin è totalmente valdostana visto che le musiche di "In un altro mondo" sono state realizzate dall'oboista valdostano Christian Thoma: «dietro all’immagine talvolta fiabesca del "Parco" - precisa il direttore del Parco, Michele Ottino - si pone il lavoro di uomini che vivono in un ambiente duro e severo, molto diverso dalla quello dell'epica che li vuole "super uomini". Grande merito di Joseph Péaquin è stato di cogliere l'essenza della loro umanità, la solitudine, la fatica, i rapporti famigliari, contestualizzandoli in un ambiente maestoso in cui la vivida descrizione della realtà, le immagini degli ambienti maestosi, i silenzi e i soli rumori del passaggio di uomini ed animali, offrono comunque spazio a momenti di alta poesia, dai tratti quasi religiosi».

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".