Logo

Appello della Banda Osiris per salvare piazza Grande a Arezzo

Piazza Grande ad ArezzoCi permettiamo di portare all'attenzione degli amici della Banda Osiris un piccolo manifesto che ci sta tanto a cuore ed è il restauro conservativo di Piazza Grande di Arezzo, una delle piazze più belle d'Italia. Il rischio è che i lavori di restauro vengano svolti con un eccessiva fretta e non vengano rispettati i dettami richiesti dalla Sovraintendenza alle Belle arti e che il comune consegni al futuro culturale e di vivibilità a una città tra le più interessanti in Italia.
Hanno già aderito Serena Dandini, Dario Vergassola, Neri Marcorè, Massimo Cirri, Filippo Solibello oltre naturalmente noi della Banda.
Il sito aderisce alla Rete Comitati Toscani per la Difesa del Territorio di Asor Rosa.
Il manifesto è qui di seguito.
Grazie e scusate il disturbo.
Banda Osiris

MANIFESTO X PIAZZA GRANDE
Piazza Grande di Arezzo, una delle più belle piazze d’Italia, sta correndo il rischio di essere cambiata in maniera irreversibile.
Un anno fa, in concomitanza con l’inizio dei lavori di restauro, è nato il Comitato XPiazza Grande a tutela di questo luogo che rappresenta una sintesi della nostra storia, arte e identità culturale.
I lavori sono iniziati nel novembre 2007 e questa prima fase ha dato risultati soddisfacenti.
Grazie all’intervento del Comitato parte di Piazza Grande è stata salvata attraverso il recupero del 70% delle pietre antiche.
Ora sono iniziati i lavori per la parte centrale in cotto e temiamo il peggio. Piazza Grande rimane l’ultima e la più importante testimonianza dei passaggi stilistici di una tradizione artistica e simbolo fondante per la storia e l’identità di questa città.
Ci preoccupa il progetto dei lavori che prevede l’uso di materiali inadatti (calcestruzzo, armature in ferro etc.), l’uso di metodologie non intese al massimo recupero e quindi incompatibili con operazioni filologiche di restauro.
Chiediamo quindi che si impieghino materiali, tecniche e maestranze consone a tali operazioni.
Chiediamo con forza che i lavori presenti e futuri vengano svolti nell’ottica di una vera conservazione con interventi di restauro che rispettino al massimo lo spirito del luogo e le normative nazionali ed europee.
Se Piazza Grande è, come altre piazze storiche, uno dei simboli del patrimonio culturale italiano e come tale viene proposto, occorre la massima attenzione da parte delle istituzioni e dei cittadini. Temiamo invece che prevalga un approccio economico che usa il patrimonio culturale come merce, come spesso avviene ed è avvenuto in passato.
Siamo favorevoli al fare bene e non al fare presto e chiediamo a chi ne ha autorità ed obbligo di esercitare i controlli dovuti.
Per questi motivi vi invitiamo a sottoscrivere questo manifesto.
Arezzo, novembre 2008

© 2003-2018 P.IVA 01058350073