A+ A A-

8 marzo: musica, poesia, immagini. Festa per Arisa

  • Scritto da Il Trillo
Nelle due province lucane di Potenza e Matera, la Festa della donna 2009 si celebrerà in musica.
Il Comune di Matera, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici Etnoantropologici della Basilicata, ha organizzato un concerto di musiche da camera, che si terrà domenica 8 marzo nella sala Levi di Palazzo Lanfranchi. "L’iniziativa - spiegano dal Comune - rientra nell’ambito di una serie di eventi culturali di grande rilevanza incentrati sulla Festa della Donna, organizzati dalla Soprintendenza e a cui l’Amministrazione Comunale non ha voluto far mancare il proprio sostegno economico e la propria collaborazione per consentirne una migliore riuscita".
A Potenza, invece, nella sala del "Picchio Slow food" la colonna sonora della Festa della donna, sarà la Taranta: "danza di libertà, sfogo e sostegno, appartenente proprio al mondo femminile".
Il Corecom Basilicata si prepara ad accogliere Arisa e a porgere le sue congratulazioni al giovane talento lucano che ha rappresentato con orgoglio la Basilicata nella gara canora più famosa d’Italia. "Alla vigilia dell'8 marzo - ha detto la presidente dell’organismo, Loredana Albano - Arisa, giovane donna del Sud, è l'esempio di come l'impegno costante, senza troppi clamori, può portare a risultati eccellenti. Una professionista, donna, proveniente da una terra difficile, che ce la fa". Non si conosce ancora la data del rientro della cantante a Pignola (Potenza), dalla sua famiglia e dai suoi concittadini ma sono sempre di più le organizzazioni e gli Enti che dichiarano di attendere il suo arrivo per festeggiare la giovane artista lucana.

In Valle d'Aosta,  l'ingresso è gratuito per tutte le donne ai castelli di Sarriod de la Tour a Saint-Pierre, Sarre, Fénis, Issogne, Verrès, Castel Savoia a Gressoney-Saint-Jean e alle mostre "Memorie del Grand Tour. Il viaggio in Italia" nelle fotografie degli archivi Alinari e nelle collezioni d'arte della Regione Autonoma Valle d' Aosta al Museo Archeologico Regionale e "Futurismi" al Centro Saint-Bénin di Aosta.
Nelle sale della biblioteca regionale, ad Aosta, è aperta fino a sabato 14 marzo la mostra bibliografica "Gerbes de... poétesses" (Mazzi di poetesse), che presenta la produzione poetica femminile in Valle d'Aosta ieri e oggi, in concomitanza con il "Printemps des Poètes" (la primavera dei poeti), iniziativa che si terrà il 12 marzo con la collaborazione della sede valdostana dell’Alliance Française e l'associazione "Circolo del Cardo", e con il sostegno dell'assessorato regionale all'istruzione e cultura.
Domenica 8 marzo, nella "Grandze" del Castello di Aymavilles, alle 18 l'Associazione delle Donne del Vino della Valle d'Aosta offre un concerto aperitivo con degustazione di vini, mentre la sera alle 21, la presidenza del Consiglio regionale offre al teatro Giacosa di Aosta il concerto "Donna. Oriente, occidente, Africa", con il contributo musicale di Ranzie Mensah, principessa del popolo Fanti del Ghana, la cantautrice valdostana Maura Susanna e il chitarrista israeliano Yuval Avital. La serata, in sinergia con i Leo Club Valle d'Aosta, è anche occasione per raccogliere fondi a favore di un progetto avviato in Africa dalla vincitrice dell'edizione 2008 del Premio Internazionale "Donna dell'anno", la dottoressa Asha Omar, che si occupa di attività rivolte alle donne e ai bambini del centro di Gibuti.