A+ A A-

Visite guidate alla suggestiva Collegiata di Saint Gilles, a Verrès in Valle d'Aosta

  • Scritto da Elena Meynet
La Collegiata di Saint Gilles a VerrèsDal 28 agosto al 1° settembre l'associazione "Chiese aperte" offre visite guidate alla Prevostura e alla Collegiata di Saint-Gilles a Verrès, in Valle d'Aosta: si tratta di una delle costruzioni religiose millenarie valdostane. Risale infatti al 1050 la prima menzione di Saint-Gilles in una "Charta Augustana", in cui Guglielmo di Montjovet cedeva due appezzamenti di terreno ai canonici di Saint-Gilles, comunità di canonici regolari che seguono le norme della vita in comune e la rinuncia alla proprietà privata. «Durante i secoli del Medioevo - spiega la storica dell'arte Sandra Barberi - il Priorato divenne sempre più ricco e importante, inglobando parrocchie, priorati, chiese, ospedali e benefici nelle diocesi di Aosta, Tarentaise, Ivrea e Vercelli. Godette del favore e della protezione dei Savoia e della nobiltà valdostana, in particolar modo della famiglia Challant, che esercitava la sua giurisdizione feudale sul territorio di Verrès. Alla fine del XV secolo la vita regolare cominciò a mostrare sintomi di rilassamento: a partire da quest'epoca il Priorato venne affidato a prevosti commendatari, dispensati cioè dalle prescrizioni della Regola, i quali non avevano l'obbligo dì risiedere nella comunità, pur beneficiando delle sue rendite e del prestigio della carica».
Il complesso architettonico della Prevostura di Saint-Gilles sorge all’imbocco della valle di Challand-Ayas, sulla sponda destra del torrente Evançon, in quasi perfetta simmetria con il castello situato alto sulla riva opposta, una struttura monoblocco nata come fortezza militare. «L'attuale convento - continua Barbieri - è un complesso di costruzioni realizzate in epoche diverse. Nulla rimane dei primi edifici comunitari, sorti presumibilmente dopo la fondazione della congregazione. Un atto stipulato nel 1452 dimostra che alla metà del XV secolo vi fu una campagna di lavori che interessò probabilmente la parte centrale dell' edificio principale, cui appartiene il portale di ingresso, delimitato da un elegante motivo in pietra scolpita che finge due rami d'albero intrecciati, simile a quello che si ritrova nel portale della chiesa parrocchiale di Arnad (allora dipendente dal Priorato di Verrès). L'ala meridionale con la torre campanaria.fu fatta edificare all'inizio del XVI secolo dal prevosto Carlo di Challant, affidato alla morte del padre Luigi (1487), insieme con il fratello Filiberto, alla tutela del cugino Giorgio di Challant. Quest'ultimo, già priore di S. Orso e arcidiacono della Cattedrale di Aosta, aveva ottenuto nel 1482 anche l'altra carica di maggior prestigio della chiesa valdostana, la commenda del Priorato di Verrès , ma vi aveva rinunciato a favore di Carlo, che all'epoca aveva soltanto quattro anni, ma quando  nel 1509 assunse la conduzione del convento si fece promotore di un intervento di rilievo. La costruzione è in pietra a vista, con ampie finestre a crociera, contornate da stipiti in pietra lavorata. Nel 1512 Carlo di Challant fece costruire anche come dipendenza del convento, in soli tre mesi di lavoro, la cascina la Murasse, dotata di una torre colombaia».


lunedì 28 agosto 2017, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 17
martedì 29agosto 2017, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 17
mercoledì 30 agosto 2017, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 17
giovedì 31 agosto 2017, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 17
venerdì 1° settembre 2017, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 17.
Collegiata di Saint Gilles
VERRES (AO)

Visite guidate alla Prevostura e alla Collegiata di Saint Gilles 
a cura dell’Associazione "Chiese aperte"

Alle ore 18 del venerdì, nella Collegiata di Saint Gilles, sarà celebrata la Santa Messa per il Patrono, con benedizione di tutte le associazioni del paese. La Santa Messa sarà animata dalla Cantoria Frère Gilles.
Orari delle visite: ore 10 – 11 – 14 – 15 – 16. I gruppi di visitatori dovranno avere un massimo di 10 partecipanti.
Informazioni: tel.339.7703768

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".