A+ A A-

Jánoška Ensemble, il quartetto delle meraviglie fra classica e jazz, con un tocco di rumba

Janoska EnsembleIn origine ci sono quattro fratelli: Ondrej, Frantisek, Roman e Arpad Jánoška hanno iniziato a suonare giovanissimi, ricevendo la migliore formazione musicale classica in Europa e girando il mondo come solisti. Insieme, sul palco, nasce un quartetto composto da Ondrej e Roman al violino, Frantisek al piano forte, mentre Arpad sta dietro le quinte e a volte regala un saggio della sua bella voce, e si aggiunge il contrabbassista Julius Darvas,  anch'egli figlio d'arte. Lasciate da parte le esperienze viennesi in orchestra, i quattro attraversano, si potrebbe dire, tutte le epoche e gli stili musicali, grazie all'estro compositivo di Franisek, che non esita a volgere in rumba non solo temi mozartiani, ma anche il popolare "Bella Ciao". 

Tanto talento, tanto divertimento. Le sonorità acute e perfette del violino, i pizzicati, acrobazie sempre a tempo che fanno spettacolo; il basso che si ricava spazi curati e, lasciato lo strumento, si lancia in una danza serba che vuol ricordare la tarantella.
E infine, base da cui tutto si diffonde, il pianoforte esplora tutte le possibilità armoniche e tecniche, occhieggiando alla musica classica, lasciandosi andare al jazz, mescolando e accennando, solo per cambiare ancora una volta. Non per nulla, Frantisek Jánoška è considerato uno dei compositori più interessanti del panorama contemporaneo.

13 febbraio 2018, ore 21
Saison culturelle, teatro Splendor
AOSTA

Jánoška Ensemble