A+ A A-

[r] Fabrizio e Nicola Valsecchi: Giorni di neve, giorni di sole

  • Scritto da Elena Meynet

Un viaggio in aereo e una valigia di ricordi sono tutto quello che Alfonso Dall'Orto ha per ricostruire una storia dolorosa: la figlia Patricia e il marito Ambrosio sono scomparsi sotto la dittatura di Videla, in Argentina dopo il golpe del 1976, lasciando alle cure dei genitori maturi la figlioletta che non ha ancora un mese.

Fabrizio e Nicola Valsecchi, in una efficace scrittura a quattro mani e due anime, racchiudono in Giorni di neve, giorni di sole il viaggio reale di Alfonso dall'Argentina all'Italia per la riapertura del processo per i "desaparecidos". Il linguaggio è narrativo e insieme onirico, per un racconto intriso di sangue e di dolore. Là dove la sofferenza sembra dover fare impazzire, lo stile letterario viene in aiuto, come il sonno e i sogni dopo una giornata massacrante, come lo svenimento dopo un grande dolore.
Faticoso è lasciare Cernobbio sul lago di Como, prima il padre e poi la madre ed i figli: manca il lavoro, mancano le risorse, eppure la famiglia deve andare avanti. Poi la gioia del ricongiungimento, la povertà, il risollevarsi e la tragedia dei figli scomparsi per la politica.
Il dolore è paziente e non rassegnato: in tempi di crisi, offre un'altra lettura  della difficoltà di vivere in Italia, proprio quando il desiderio e forse l'esigenza di trasferirsi altrove si ripropone.

Fabrizio e Nicola Valsecchi: Giorni di neve, giorni di sole
2009, Marna
128 pagine, 12 euro


@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".