A+ A A-

[r] Jean-Michel Guenassia: La vita sognata di Ernesto G.

  • Scritto da Claudia Camedda

Jean-Michel Guenassia racconta "La vita sognata di Ernesto G" nei cent'anni che vanno dal 1910 al 2010, attraverso la vita di Joseph Kaplan. Medico ebreo, nativo di Praga, riservato, il protagonista ha la passione del tango argentino. Dopo aver lavorato nella città natale e studiato in Francia, nel 1938, promulgate dalla Germania nazista le leggi antisemite contro gli ebrei, viene mandato in esilio ad Algeri. Qui assisterà a persecuzioni ed epidemie, colpi di stato e rivoluzioni culturali. Ciò che traspare di Joseph Kaplan è il suo essere integro, nonostante tutte le difficoltà: quest è alla base del profondo affetto che hanno per lui gli amici Pavel e Tereza, la moglie Christine e la figlia Helena, che incontrerà un certo Ernesto G., combattente ferito, al crepuscolo della sua epopea rivoluzionaria.
In questo libro, quel che più incide nell'animo è la storia politica tormentata del secolo scorso a cavallo con gli albori del secondo millennio. Negli orrori dell'Europa durante il secondo conflitto mondiale, nella tirannia dei sistemi politici filocomunisti e dittatoriali della Cecoslovacchia, l'interezza morale di Kaplan è l'unica sua ancora di salvezza. E Christine, vulcanica, combattiva, fiera, paurosa si oppone fermamente a lui contestandogli il suo credo politico. Fatti dolorosi e tragici saranno vissuti da Kaplan, fortemente pervaso dal suo eroismo, finché compare sulla scena il personaggio di un rivoluzionario sudamericano rimasto ferito alle soglie del 1960 durante la guerriglia in Africa: Ernesto Guevara.
Guevara giunge in Cecoslovacchia, quando ormai si trova al tramonto della sua lotta politica. Jean-Michael Guenassia dispiega la propria capacità narrativa, raccontando la storia di tutto un mondo, attraverso la vita del dottor Kaplan. Tutti i personaggi di Guenassia sono indimenticabili, si erigono a testimoni di eventi storici dove la nostalgia di un'epoca racchiude tutto dentro di sè senza mai lasciare il passo allo sconforto. Gli eroi irrequieti dell'autore, fiduciosi incurabili, combattono e perdono, e il loro tono disincantato di venta arte. E' questo il tono del disincanto, che non fa mai perdere loro la dignità, la costanza che mai li priva della dolcezza.

Jean-Michel Guenassia: La vita sognata di Ernesto G.
2013, Adriano Salani Editore
510 pagine, 16,90 euro

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".