A+ A A-

Servo per due con Pierfrancesco Favino: la nuova tournée parte dalla Pergola di Firenze

  • Scritto da Enrico Zoi
Pierfrancesco Favino nello spettacoloTorna alla Pergola di Firenze e da qui riparte per la nuova tournée Servo per due (One Man, Two Guvnors), lo spettacolo campione di presenze e incassi della scorsa stagione, per la cui interpretazione l'attore Pierfrancesco Favino (qui pure regista, insieme a Paolo Sassanelli) ha vinto il Premio Maschere del Teatro 2014. La commedia è una riflessione alternativa su un classico quale Il servitore di due padroni di Carlo Goldoni, nella versione inglese di Richard Bean, il cui debutto avviene al National Theatre di Londra, con la regia di Nicholas Hytner, nel 2011, ed è subito un trionfo. Del 2012 l'esordio a Broadway.
«Bean riprende la tipologia della maschera di Goldoni e ne comprende l’importanza riportandola in un contesto moderno – spiega Favino – Noi abbiamo italianizzato i personaggi e le situazioni, portando sotto i riflettori i comportamenti dell’italiano dinanzi alle vicende della vita, comportamenti che sembrano reiterati anche con il passare delle epoche e degli anni. La nostra è una commedia comica, con personaggi in fuga, dai comportamenti maldestri, tipicamente italiani».
Il Servo per due di Favino e Sassanelli è un'opera costantemente e adeguatamente corale, che esplode a pelle e strappa non si sa quanti applausi a scena aperta, senza tuttavia mai implodere positivamente nel profondo degli spettatori. Goldoni è lontano, Bean è vicino, ma in medio non stat necessariamente virtus, piuttosto un easy listening teatrale davvero assai easy, talvolta pure troppo, che impressiona retina e cute del pubblico, sollecitandone ilarità e poco altro.
Quanto basta comunque per trascorrere una serata all'insegna di un divertimento popolare, che non strizza più di tanto l'occhio alla televisione adagiandosi con armonia e curiosità lungo i sentieri selvaggi della commedia dell'arte, del musical, della farsa e delle comiche, saggiamente e follemente accompagnato dal vivo dalla genialità del gruppo Musica da Ripostiglio, loro davvero da applauso perenne.
Grazie ad un'accorta miscela fra regia e qualità degli interpreti, il gruppo di attori tiene bene e appare all'altezza della situazione in quasi tutti i suoi elementi. Favino giostra da mattatore anche con la platea ed è in gran forma, il bravo e un po' mimetizzato Ugo Dighero pure, benché, forse, leggermente sopra le righe.
Ma c'erano le righe?

dal 4 al 9 novembre 2014
Teatro della Pergola
FIRENZE

Servo per due (One Man, Two Guvnors)
di Richard Bean
tratto da Il servitore di due padroni di Carlo Goldoni, tradotto e adattato da P. Favino, P. Sassanelli, M. Nissen, S. Solder.

Regia Pierfrancesco Favino e Paolo Sassanelli. 
Compagnia Gli Ipocriti e Rep/Gruppo Danny Rose, in collaborazione con Fondazione Teatro della Pergola.  
Con gli attori del Gruppo Danny Rose: Bruno Armando, Gianluca Bazzoli, Pierluigi Cicchetti, Ugo Dighero, Pierfrancesco Favino, Anna Ferzetti, Giampiero Judica, Marit Nissen, Marina Remi, Diego Ribon, Fabrizia Sacchi, Luciano Scarpa, Thomas Trabacchi.
Elaborazioni musicali ed esecuzioni live del gruppo Musica da Ripostiglio: Luca Pirozzi chitarra, voce e banjo, Luca Giacomelli chitarra e voce, Raffaele Toninelli contrabbasso e voce, Emanuele Pellegrini percussioni e voce.
Scene Luigi Ferrigno. Costumi Alessandro Lai. Luci Cesare Accetta. Coreografie Gabriele Foschi.

Informazioni 

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".