A+ A A-

SubsOnicA, Mannarino, Spiritual Front, Gemitaiz & Madman e Daddy G al Capodanno di Roma

  • Scritto da Il Trillo
Mannarino, Ignazio Marino e Samuel dei 'SubsOnicA'«Non sarà un concerto qualsiasi, un Capodanno qualsiasi in una qualsiasi città. Lo sappiamo bene. Sappiamo che porteremo sul palco lo stesso stato d'animo di chi oggi prova frustrazione e necessità di sfogare ansia e rabbia. Di chi si sente "nave in una foresta" che oggi appare più inestricabile che mai».
Con queste parole i "SubsOnicA" spiegano la loro partecipazione al concertone di Capodanno nella Capitale, al Circo Massimo, condotto da Gioia Marzocchi, insieme agli "Spiritual Front", ai rapper "Gemitaiz & Madman", al cantautore Mannarino, ed a "Daddy G" dei "Massive Attack"«Non suoneremo certo per coloro che da decenni continuano ad ancorare il nostro futuro al palo del declino culturale e morale - aggiunge la band torinese, che ha appena concluso a Milano la prima parte del tour di "Una nave in una foresta" - come se non esistessero altre scelte o possibilità o orizzonti possibili. E possiamo anche comprendere chi oggi non resiste alla tentazione di voler appiccare un rogo generico, indistinto e semplificatore. Ma ci sentiamo più vicini a tutti quelli che ogni giorno continuano a fare la cosa giusta, perché semplicemente è giusta. E onesta. Una maggioranza silenziosa che si trova spesso senza voce e quasi sempre contro corrente, ma che non merita di diventare invisibile. Per loro, che in fondo siamo anche tutti noi, suoneremo più forte la sera del 31».
La serata, che verrà trasmessa a partire dalle ore 22 su "Radio1 Rai" inizierà alle ore 21.30, con gli "Spiritual Front", nome di punta della scena alternative, seguiti dall'esibizione della coppia di rapper "Gemitaiz & Madman", giovani emergenti sulla scena hip hop italiana. Il concerto prosegue con Mannarino, cantautore di nuova generazione ma già affermato, che accompagna gli spettatori fino alla mezzanotte. La musica si interrompe giusto il tempo per il countdown e il brindisi al nuovo anno insieme agli artisti e al sindaco di Roma, Ignazio Marino.
Dopo la mezzanotte saliranno sul palco i "SubsOnicA" dopo i quali e, per festeggiare fino a notte inoltrata, il palco passerà al dj set di "Daddy G", membro fondatore dei Massive Attack.
Il concerto, gratuito come ogni anno, è promosso da "Roma Capitale" in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma, e organizzato da "Zètema progetto cultura".
Il Capodanno a Roma si festeggerà anche ai "Fori Imperiali" con il "Swing circus vintage party", viaggio musicale nel tempo tra gli anni Trenta e gli anni Sessanta, creato dal collettivo di "Swing circus". Il gruppo romano per una notte trasforma via dei Fori Imperiali in una "swing street", sulla falsariga della Cinquantaduesima strada di New York.
Ci saranno due palcoscenici, in largo Corrado Ricci ed all'Altare della Patria, con orchestre e disc jockey, ballerini di "lindy hop" (la danza swing) e danzatori professionisti. Una marching band sfilerà nei dintorni dei Fori, i performer danzeranno coinvolgendo il pubblico in un vero e proprio show, mentre i clown del gruppo "Patatrak professionisti del Kaos!" giocheranno con i bambini a ritmo di musica e con spettacoli di strada. Sulle facciate dei palazzi storici verranno proiettare immagini di repertorio della "swing era". Dalle ore 20 alle 22 si ballerà in strada, con la "Vacuna's jazz band", sestetto itinerante che aprirà la festa con una "street parade" sulle note creole di King Oliver e Louis Armstrong, brani della tradizione "street" della storyville proibizionista. Sui due palcoscenici ci saranno dj set swing con Duke Dj, Lucie Q Djette e social dance di ballerini di lindy hop che coinvolgeranno nel ballo i passanti. Alle ore 22 partiranno i concerti sui palcoscenici: all'Altare della Patria, con l'"Orchestra Operaia" di Massimo Nunzi che suonerà grandi classici dello swing, del rhythm & blues, del soul, fino al funky e al rock 'n' roll, mentre i performer della "Compagnia Opificio in Movimento", diretti e coreografati da Diana Florindi, danzeranno sulle musiche dell'orchestra.
La "Swing Valley Band" di Giorgio Cùscito si esibirà, invece, sul palco di largo Corrado Ricci con un repertorio di grandi classici del jazz più popolare degli anni Trenta e Quaranta, ricreando nel contesto urbano l'epoca d'oro delle ballroom swing, mentre i ballerini di lindy hop riproporranno i balli dell'epoca. La festa avrà anche un "cerimoniere", il cantautore swing Piji, che col megafono inviterà i passanti a muoversi tra le diverse aree della festa. A mezzanotte in punto non mancherà lo spettacolo di fuochi artificiali.
 
Informazioni al numero 06.0608 e sul sito www.comune.roma.it

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".