A+ A A-

Parte il 65° Festival di Sanremo: venti campioni, otto nuove proposte ed una ventina di ospiti

  • Scritto da Il Trillo
Il palco del 65esimo 'Festival di Sanremo'L'ospite "vip" della 65esima edizione del "Festival della canzone italiana" di Sanremo, che si tiene da martedì 10 a sabato 14 febbraio al teatro "Ariston", è l'amico di sempre Giorgio Panariello, volto della risata e tormentone pubblicitario, che Carlo Conti, presentatore e direttore artistico, invita perché è «uno degli "amici miei", anzi di più, un fratello, non solo artisticamente ma anche di vita». «Con Giorgio ho respirato tanta polvere di palcoscenico in migliaia di serate - ha ricordato Conti - abbiamo condiviso centinaia di ore in televisione. Giorgio è uno dei fuoriclasse della comicità, che ha dimostrato negli anni di essere un numero uno, come showman e attore, in televisione, al cinema e in teatro. Siamo due toscani, eppure, curiosamente, ci siamo conosciuti a Vibo Valentia nel 1985, in una trasmissione "Rai", in cui Giorgio faceva l'imitazione di Renato Zero e io lo presentavo. Da lì, abbiamo fatto nascere tanti dei suoi personaggi, in oltre dieci anni delle trasmissioni "Aria fresca" e "Vernice fresca", in perfetto equilibrio tra spalla e comico. Insomma, abbiamo pedalato tanto sullo stesso tandem, in questi trent'anni insieme!».
Per Giorgio Panariello sarà un'emozione condivisa con un amico, come dice lui stesso: «mi fa impressione che sia proprio Carlo Conti a definirmi "super ospite" - ha ribattuto - io sono il fratello che da trent'anni gli porta le paste a casa la domenica a pranzo! E' un'emozione pensare di condividere con l'amico di sempre un momento così importante della sua carriera. L'abbiamo sempre sognato, non potevo mancare!».

Pare che quest'anno si possa anche fare a meno delle polemiche: «sarà un festival senza perturbazioni, una benedizione di Dio - ha scherzato, forse, Giancarlo Leone, direttore di "Rai1" - ricordiamo tutti le polemiche del 2012 di Adriano Celentano, quelle del 2013, a due settimane dalle elezioni politiche, con l'arrivo di Maurizio Crozza e relative contestazioni, e lo scorso anno la marcia di Beppe Grillo su Sanremo, che mi ha portato a passare più tempo con le autorità locali che da altre parti».
Insieme a Carlo Conti saliranno sul palco, nel ruolo di vallette, le cantanti Emma ed Arisa e la modella Rocío Muñoz Morales mentre, oltre a Panariello, gli ospiti saranno Tiziano Ferro, Al Bano e Romina Power, Gianna Nannini, Giovanni Allevi, Conchita Wurst, "Imagine Dragons", Charlize Theron, Antonio Conte, Alessandro SianiLuca e Paolo, "Saint Motel", Will Smith, Margot Robbie, "The Avener", Ed Sheeran ed Angelo Pintus, con i "Boiler" (Federico Basso, Davide Paniate e Gianni Cinelli) presenti in tutte le serate, mentre mancheranno Fiorello e Leonardo Pieraccioni: «non abbiamo paura per la lunghezza delle serate - ha aggiunto Conti - le prime due chiuderanno a mezzanotte e venti e ci saranno tanti camei e mini ospitate». Il riferimento è a "Tutti cantano Sanremo", il claim che ha accompagnato la campagna pubblicitaria del Festival, dove con personaggi più o meno famosi, tra questi anche il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, si parlerà delle canzoni di Sanremo e di come hanno caratterizzato la loro vita. Sul palco del teatro "Ariston" saliranno anche i sedici componenti della famiglia Anania da Catanzaro, la più numerosa d'Italia, e Fabrizio Pulvirenti, il medico di "Emergency" guarito dal virus "ebola".
Qualche polemica forse ci sarà per la presenza di Conchita Wurst, la discussa vincitrice dell'"Eurovision song contest" del 2015: «per la prima volta, quest'anno, il vincitore del Festival potrà andare di diritto, se vuole, all'Eurovision - ha ricordato Conti - ci è sembrato dunque giusto ospitare chi ha vinto l'ultima edizione».

La gara canora, che potrebbe rischiare di essere "coperta" dagli ospiti, sarà aperta da Chiara e, per la prima volta, i venti cantanti e le otto nuove proposte, le cui canzoni di quest'ultimi sono già note «non saranno relegate nelle ore notturne ma in testa al festival - ha assicurato Carlo Conti - per loro sarà una gara ad eliminazione diretta. Otto proposte in gara da mercoledì che diventeranno quattro giovedì e conosceranno il vincitore venerdì al centro della serata».
La partenza è quindi prevista alle ore 20.30 di martedì 10 febbraio, con un filmato che racconterà le emozioni dei venti "campioni" durante la marcia di avvicinamento al palco condito con le immagini della sfilata dei cantanti sulla passerella allestita all'esterno del teatro "Ariston", ma senza il piacevole "Ante festival" di Pif della passata edizione. A seguire le esibizioni dei primi dieci "campioni": oltre a Chiara, canteranno Gianluca Grignani, Alex Britti, Malika Ayane, i "Dear Jack", Lara Fabian, Nek, Grazia Di Michele e Mauro "Platinette" Coruzzi ed Annalisa. Mercoledì 11 nella seconda serata gli altri dieci "campioni" in gara, con Nina Zilli, Marco Masini, Anna Tatangelo, Raf, "Il Volo", Irene Grandi, Biggio e Mandelli, Lorenzo Fragola, Bianca Atzei e Moreno con l'inizio della gara delle nuove proposte con Giovanni Caccamo, Serena Brancale, Kaligola, "Kutso", Enrico Nigiotti e Rakele. Giovedì 12 febbraio la serata sarà dedicata ai duetti ed alla semifinale delle "nuove proposte", mentre venerdì 13 ancora la gara con quattro eliminazioni tra i "campioni" e la finale tra i giovani, con la finalissima prevista per sabato 14. 

«Mi accontenterei di doppiare la media di rete arrivando al 38 per cento» si è augurato Leone, parlando degli ascolti, dove non la concorrenza non ha organizzato una vera e propria controprogrammazione: «non mi curo degli ascolti, ormai spingere per far andare un programma al massimo è normale per tutti coloro che fanno televisione» ha rimarcato Carlo Conti.
Sarà Enrico Ruggeri, la sera finale, a ricordare Enzo Jannacci, Giorgio Gaber e Giorgio Faletti con "I tre signori" ma ci sarà anche un omaggio a Pino Daniele ed a Mango «che non sarà pomposo ma faranno parte del Festival» ha assicurato il direttore artistico.
A seguire il Festival, da Sanremo, oltre 1.300 operatori accreditati, con più di di ottanta inviati stranieri, dall'Albania all'Argentina.

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".