Logo

AostaClassica 22: nei siti archeologici di Aosta con Baricco, Solarino, Bollani, Oblivion, Lo Verso, Pizzi

Stefano BollaniSi svolge dal 28 luglio al 4 agosto la ventiduesima edizione di Aosta Classica, con concerti serali nell'area spettacoli accanto al Teatro romano di Aosta e appuntamenti pomeridiani anche nel Criptoportico forense, nell'area megalitica di Saint-Martin de Corléans e nella Cattedrale di Aosta. 
I principali appuntamenti, serali, avranno luogo presso il Teatro romano di Aosta:
 
sabato 29 luglio – ore 21,15 
PALAMEDE – L’EROE CANCELLATO 
di e con ALESSANDRO BARICCO e con VALERIA SOLARINO 
Il grande scrittore Alessandro Baricco porta in scena una storia dimenticata: "E’ piuttosto raro incontrare qualcuno che conosca il nome di Palamede. Eppure, nei tempi leggendari della guerra di Troia, Palamede era uno dei più noti eroi achei. Fu condannato a morte (ingiustamente) perché denunciato da Odisseo di aver venduto i piani di guerra achei ai troiani. Ovviamente era solo un duello all’ultimo sangue tra due élites intellettuali: vinse Odisseo che fabbricò false prove della colpevolezza di Palamede. Così il grande eroe fu lapidato e il suo nome sistematicamente cancellato dalla memoria" 
Biglietti: Prima platea 25 euro + diritti di prevendita Seconda platea 20 euro + diritti di prevendita 

domenica 30 luglio – ore 21,15 
UNO, NESSUNO, CENTOMILA 
con ENRICO LO VERSO, regia ALESSANDRA PIZZI 
Enrico Lo Verso mette in scena un adattamento teatrale di uno dei più noti romanzi di Luigi Pirandello, di cui ricorre quest’anno il 150simo anniversario della nascita. Uno spettacolo su l’ultimo romanzo di Luigi Pirandello, quello che riesce a sintetizzare il pensiero dell’autore nel modo più completo. L’autore stesso, in una lettera autobiografica, lo definisce come il romanzo "più amaro di tutti, profondamente umoristico, di scomposizione della vita. "Uno, nessuno e centomila" è un’opera di lunga elaborazione, di assidua stesura, che accompagna, o per meglio dire informa di sé, il resto della produzione pirandelliana. 
Biglietti: Prima platea 20 euro + diritti di prevendita Seconda platea 15 euro + diritti di prevendita 

lunedì 31 luglio – ore 21,15 
STEFANO BOLLANI – PIANO SOLO E FENDER RHODES 
Piano Solo, più che un tradizionale concerto al pianoforte, è un omaggio all’arte dell’improvvisazione. Nel momento in cui Stefano Bollani sale sul palco per il suo one man show, tutto può accadere. Non esiste nessuna scaletta, nessun programma di sala a cui aggrapparsi per seguire il succedersi dei brani. Lo spettatore è trascinato in un’avventura ogni sera diversa, un viaggio a perdifiato attraverso orizzonti musicali solo apparentemente lontani. Si può passare così da Bach ai Beatles, da Stravinskij ai ritmi brasiliani, con improvvise incursioni nel pop o nel repertorio italiano degli anni Quaranta. In questo vero e proprio flusso di coscienza musicale, il riso e l’emozione si mescolano. Una sola cosa è certa, alla fine del concerto sarà il pubblico a decidere il bis. Bollani diligentemente segna ed esegue sul momento i pezzi richiesti: un medley imprevedibile in cui il virtuosismo si mescola all’irriverenza. 
Biglietti: Prima platea 25 euro + diritti di prevendita Seconda platea 20 euro + diritti di prevendita 

giovedì 3 agosto – ore 21,15 
OBLIVION – THE HUMAN JUKE-­BOX 
Gli Oblivion hanno in repertorio tutti i grandi della musica italiana e internazionale e sono pronti ad affrontare sfide sempre più difficili a colpi di cazzotti, mash-­‐up, parodie, duetti impossibili e canzoni strampalate. Un flusso di note e ritmi infinito che prenderà vita davanti agli occhi attoniti degli spettatori, ogni sera, per una esperienza folle e mai ripetibile. Nessuno spettacolo sarà uguale al precedente. Dai Ricchi e Poveri ai Rapper, da Ligabue ai Cori Gospel, da Morandi ai Queen, tutte le canzoni senza farne nessuna. Uno schiacciasassi che trangugia e livella Sanremo, X Factor, Albano e Il Volo. OBLIVION: THE HUMAN JUKEBOX è la playlist che non hai mai avuto il coraggio di fare, uno Spotify vivente che provoca scene di panico, isteria collettiva, ma soprattutto interminabili richieste di bis! 
Biglietti: Prima platea 20 euro + diritti di prevendita Seconda platea 15 euro + diritti di prevendita 

Venerdì 4 agosto – ore 21,15 
SFOM JAZZ ORCHESTRA – THE BRIDGE DIRETTORE MANUEL PRAMOTTON – OSPITE CEZARIUSZ GADZINA 
Sotto la direzione di Manuel Pramotton, la Sfom Jazz Orchestra si esibisce in un repertorio composto dal musicista belga Cezariusz Gadzina che si ispira alle musiche tradizionali dei paesi del vecchio continente. Il sassofonista Cezariusz Gadzina è compositore e direttore d'orchestra, diplomato all’Accademia di musica della Frederic Chopin a Varsavia e al Royal Conservatory of Music di Bruxelles. Vincitore di molti premi e riconoscimenti, tra cui la chiave d'oro alla carriera, all'interno di Pomerania Jazz autunno, e la sovvenzione ricevuta dal Berklee College of Music di Boston U.S.A., il musicista belga ha partecipato a vari festival internazionali e si è esibito nei teatri di tutto il mondo suonando come solista insieme a numerose orchestre internazionali e registrando per le più famose etichette discografiche. Il repertorio è tratto da alcune composizioni originali del M° Gadzina che la Sfom Jazz Orchestra presenta al pubblico al concerto The Bridge. 
Ingresso a pagamento al sito archeologico: biglietto cumulativo Aosta romana da 2 a 7 euro. 


Il calendario dei pomeriggi: 

venerdì 28 luglio – ore 18 -­ Criptoportico forense 
Swing quartet 
clarinetti: Mattia Formento Moletta, Frédéric Bonnin 
batteria: Lapo Ferretti 
basso: Laura Parrello 

lunedì 31 luglio – ore 18 -­ Criptoportico forense 
Duo Archidea 
Marlène Blanc -­‐ violino 
Francesca Roberto -­‐ violoncello 

martedì 1 agosto – ore 18 -­ Teatro romano 
SfomEnsemble 
pianisti: Roger Ferrod, Davide Vidale
clarinetto: Roberto Trapasso 
voce: Manuela Cheillon 
basso elettrico: Alberto Asiatici 

mercoledì 2 agosto – ore 18 -­ Cattedrale di Aosta 
Organo e ottoni 
organisti: Fabiana Bibois, Cristina Bongianino, Christian Lini, Alessandro Poser, Andrea Rosso 
ottoni: Fabrizio Munari, Andrea Noro

giovedì 3 agosto – ore 18 -­ Area Megalitica 
Jazz Ensemble 
rombone: Didier Yon 
sax: Francesco Favaro 
romba: Gabriele Stevenin 
chitarra: Pierre Dalle 
contrabbasso: Matteo Yon 
percussioni: Marco Pangallo 
batteria: Fabio Saccavino 

venerdì 4 agosto – ore 18 -­ Area Megalitica 
TangoLab 
voce: Nadia Parrello 
clarinetto: Valeria Caimi 
chitarra: Wallace Miquelin 
violoncello: Karen Bonora 
batteria: Carol Di Vito 
contrabbasso: Sara D’Angelo 

I pomeriggi musicali sono realizzati in collaborazione con la Fondazione Maria Ida Viglino. 
I concerti sono gratuiti, ma per accedere ai siti archeologici è necessario acquistare il relativo biglietto che è disponibile sia per la singola visita che in una formula di abbonamento annuale, secondo due differenti tipologie di prezzo. Biglietto cumulativo Aosta romana: da 2 a 7 euro, dà diritto ad un ingresso in ognuno di questi siti: Teatro romano, Criptoportico forense, Chiesa paleocristiana di San Lorenzo, Museo Archeologico Regionale. Abbonamento annuale siti archeologici: 21 euro, per un anno accesso illimitato ai siti e al Ponte acquedotto di Pont d’Ael. 



dal 21 luglio al 4 agosto 
AOSTA

Aosta Classica

Le prevendite si trovano nei seguenti circuiti: www.ticketone.it www.piemonteticket.it www.vivaticket.it 
Punti vendita ad Aosta: Musica e Ricordi (circuito Piemonte Ticket) tel. 016540086 Spazio Musica (circuito Viva Ticket) tel. 016540061 
Informazioni: tel. 0165.361164 - fax 0165.45749 - www.aostaclassica.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Aosta Classica, evento organizzato e prodotto dall’Associazione Culturale Aosta Classica con la collaborazione dell’agenzia Opere Buffe s.a.s., è realizzato con la collaborazione e il sostegno finanziario dell’Assessorato regionale Istruzione e Cultura e con il contributo della Presidenza del Consiglio regionale della Valle d’Aosta, per quanto concerne i concerti dei musicisti valdostani.
© 2003-2015 P.IVA 01058350073