A+ A A-

Van Morrison: What's Wrong

  • Scritto da Il Trillo

17 marzo 2004, ore 20.30
Sala Santa Cecilia
Auditorium Parco della Musica
Via de Coubertin
ROMA


What's Wrong: il nuovo album del leggendario bluesman irlandese
Supporter: Riccardo Maffoni


Van Morrison
Le altre date
18 marzo 2004, ore 21 - Teatro Smeraldo, MILANO

What's wrong with this picture? è il titolo del nuovo album con cui Van Morrison debutta su etichetta Blue Note Records. In 13 canzoni di cui 11 inedite, Morrison si circonda di sonorità soul, blues, folk e jazz, confermando le scelte degli ultimi 40 anni.

Ora, Morrison canta con l’imponenza e la libertà che vengono dalla lunga esperienza accumulata nel tempo, unita alla padronanza delle sfumature vocali ed al chiaro piacere di cantare. L’impostazione generale di questo progetto si concretizza nel brano che dà il titolo all’album: evocando le atmosfere fumose dei Jazz club, Morrison pare essere così a suo agio che in alcuni passaggi sembra di sentirlo ridacchiare.
Con "What's wrong with this picture?" l'artista prosegue la sua progressione musicale integrandola con le esperienze del passato. Morrison ha introdotto le sue originali sonorità tra la fine degli anni '60 e l’inizio del '70 con una serie di classici - Astral Weeks, Moondance, His Band and the Street Choir, Tupelo Honey e St. Dominic's Preview, che lo hanno consacrato come vero innovatore del panorama musicale.
Nato a Belfast nel 1945, cresce ascoltando i dischi blues e jazz del padre, innamorandosi di artisti del calibro di Lightnin' Hopkins, Leadbelly, Muddy Waters, Mahalia Jackson and John Lee Hooker. Durante l’adolescenza suona la chitarra, il sax e l’armonica sia come solista che in alcune band e gruppi di rock 'n' roll; nel 1964 forma la sua prima R&B band, i ‘Them’, famosa per la hit "Gloria" – una canzone utilizzata poi in versione cover da molti gruppi (R.E.M., Patti Smith, The Doors).
Nel 1967 arriva il suo primo album da solista, "Blowin' your mind", che conferma la sua complessità artistica con la pop hit "Brown-Eyed Girl" e l’incantevole capolavoro "T.B. Sheets." Dopo "St. Dominic's Preview", pubblicato nel 1972, Morrison registra, nei tardi anni ’70, altri suoi grandi successi come "Veedon Fleece", "Wavelength", "Into the Music" e dagli anni '80 dà il via alla produzione caratterizzata da album nei quali esplora la sua visione spirituale; di questo periodo sono "Inarticulate Speech of the Heart", "No Guru", "No Method", "No Teacher" e "Poetic Champions Compose".
Nel 1988 Morrison rivisita le sua radici Celtiche con l’album "Irish Heartbeat", mentre negli anni '90 collabora con musicisti del calibro di John Lee Hooker (Too Long in Exile del 1993 e Don't Look Back del 1998), Mose Allison (Tell Me Something, 1996), Georgie Fame (How Long Has This Been Going On, 1996) e con i grandi maestri dell’assolo Lonnie Donegan e Chris Barber (The Skiffle Sessions: Live in Belfast, 2000).


Biglietti da 18 a 63 euro
Informazioni: tel. 06.80.82.058 per Roma, tel. 02.29.00.67.67 per Milano

@il_trillo

per scrivere a iltrillodeldiavolo.it invia una mail a info@iltrillodeldiavolo.it o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".