A+ A A-

Šostakovic e Mahler sotto la direzione di Rudolf Barshai

  • Scritto da Il Trillo

23 e 24 settembre 2004, ore 20,30
26 settembre 2004, ore 16
Stagione Sinfonica 2004-2005
Auditorium di Milano
Largo Gustav Mahler
MILANO

Il direttore Rudolf BarshaiSoprano Ursula Fiedler
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Direttore Rudolf Barshai

PROGRAMMA
Dmitrij Šostakovič: Sinfonia da camera op. 110a
Gustav Mahler: Sinfonia n. 4 in Sol maggiore

Torna, per il quarto anno consecutivo, all’Auditorium di Milano il direttore di origine russo Rudolf Barshai per dirigere due dei suoi autori preferiti, Šostakovič e Mahler. Rudolf Barshai, uno degli ultimi grandi testimoni del Novecento russo, ha studiato e collaborato con i più grandi nomi della storia musicale dell'epoca: in questa occasione, presenta nel concerto la Sinfonia da camera op. 110 del suo maestro Dmitrij Šostakovič e la meravigliosa Sinfonia n. 4 in Sol maggiore di Gustav Mahler.

La Sinfonia da camera per archi di Dmitrij Šostakovič nasce dall’orchestrazione per orchestra d’archi, a cura di Rudolf Barshai, del Quartetto n. 8 op. 110 del compositore russo. Il Quartetto, scritto nel 1960, porta la dedica programmatica “in memoria delle vittime del fascismo e della guerra”.
Segue la Sinfonia n. 4 in Sol maggiore di Gustav Mahler per soprano e orchestra, che nel quarto movimento dispiega con il Lied Das himmlische Leben (La vita celeste), tratto dalla raccolta di poesie popolari Des Knaben Wunderhorn (Il corno magico del fanciullo), un’atmosfera di gaiezza tutta terrena fatta di gioco, canto e danza. Anche negli altri movimenti, completati solo nel 1900 mentre il finale era composto come Lied fin dal 1892, si possono incontrare assonanze con motivi dei Lieder tratti dal Corno magico del fanciullo. La Quarta Sinfonia di Mahler venne eseguita la prima volta il 25 novembre 1901 a Monaco di Baviera sotto la direzione dell’autore.

Ursula Fiedler, nata a Kassel in Germania, ha studiato violino con KH von Stumpff e Jens Ellermann all’Accademia di Musica e Teatro di Hannover facendo per molto tempo parte dell’Orchestra Junge Deutsche Philharmonie, all’interno della quale ha ricoperto anche il ruolo di spalla dei primi violini. In seguito ha studiato canto a Vienna, tra gli altri con Hilde Rössel-Majdan e Kurt Equiluz. Accanto ai molti concerti a Vienna (Musikverein, Konzerthaus, Stephansdom) la sua attività concertistica l’ha portata a Bruxelles (Concerti Filarmonici), Madrid, Barcellona, New York (Avery Fischer Hall), Milano, Palermo. Si è esibita al Festival Hayn di Eisenstadt sotto Adam Fischer, alla Settimane Bach di Milano sotto la direzione di Peter Schreier, in produzioni operistiche al Festival di Schwetzingen con il direttore Thomas Hengelbrock. Ha cantato inoltre ai Festival di Potsdam, Brema, Ludwigsburg, alla “Styriate” di Graz e più volte a Kusatsu in Giappone, insieme a membri delle Orchestre Filarmoniche di Vienna e di Berlino. Ha tenuto Recital alle Schubertiadi di Feldkirch e a quella di Vienna nella prestigiosa sala del Musikverein, così come al Schleswig-Holstein-Festival nella Germania settentrionale. Recentemente ha sostituito con grande successo, con un programma tutto mozartiano sotto la direzione di Neville Marriner e la Accademy of St. Martin in the Fields, la indisposta Barbara Bonney in un concerto nella sala del Musikverein di Vienna.
Nato in Russia, Rudolf Barshai ha cominciato i suoi studi musicali nel suo paese, come elemento di un coro di voci bianche. Iniziò tardi gli studi di violino con Lev Zeitlin, uno dei più brillanti allievi di Leopold Auer, membro fondatore dei Quartetti Borodine e Čaikovskij. Nel 1940 entrò al Conservatorio di Mosca. Divenuto violista di livello internazionale, ha collaborato con Šostakovič, Richter, Oistrakh, Rostropovič, Gilels ed altri noti musicisti russi in diverse formazioni da camera. Allo stesso tempo, ha studiato composizione con Šostakovič e ha concluso i suoi studi di direzione d’orchestra a San Pietroburgo sotto la guida di Ilya Musin. Nel 1955, Rudolf Barshai ha fondato l’Orchestra da Camera di Mosca, che ha diretto fino al 1976. Da quando ha lasciato la Russia nel 1977, Rudolf Barshai ha diretto le più prestigiose orchestre sinfoniche europee, americane e giapponesi con grande successo di pubblico e critica. In Gran Bretagna ha diretto la Royal Philharmonic Orchestra, la London Symphonic Orchestra, l’Orchestra Sinfonica della BBC e l’Hallé Orchestra. Come direttore ospite, ha collaborato con la Orchestra di Baviera, l’Orchestra della Radio della Germania Occidentale, l’Orchestra Sinfonica della Radio di Berlino, l’Orchestra del Festival di Budapest, l’Orchestra Filarmonica dei Paesi-Bassi e l’Orchestra Sinfonica di Vienna. Nel 1982 e nel 1988, Rudolf Barshai è stato Direttore Principale dell’Orchestra Sinfonica di Bournemouth. Nel 1987 e nel 1988, è stato è stato Direttore Principale Ospite della Orchestre National de France. Negli Stati Uniti e in Canada ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica di Pittsburgh, Cincinnati, Houston e Toronto. Rudolf Barshai ha curato la revisione della Sinfonia n. 10 di Mahler che ha diretto nel novembre 2001 con l’Orchestra Sinfonica di San Pietroburgo. L’estesa discografia di Rudolf Barshai include un disco commemorativo del 80º anniversario di Michael Tippett; Romeo e Giulietta, Francesca da Rimini, Capriccio Italiano e Sinfonia n. 6 di Čaikovskij, in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica di Vancouver, e il ciclo integrale delle Sinfonie di Šostakovič.

Biglietti: da 10 a 31 euro
Informazioni: tel. 02.83389.201/2/3 (Orari Biglietteria: tutti i giorni dalle 10 alle 19)

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".