A+ A A-

Oleg Caetani: integrale delle sinfonie di Sostakovic

  • Scritto da Il Trillo

7 e 8 ottobre 2004, ore 20.30
10 ottobre 2004, ore 16
Stagione Sinfonica 2004-2005
Auditorium
Largo Gustav Mahler
MILANO

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Direttore Oleg Caetani

Oleg Caetani
PROGRAMMA
Alfredo Casella: Elegia eroica
Miliji Alekseevic Balakirev - Alfredo Casella: Islamey
Dmitrij Šostakovic: Sinfonia n. 8 in Do minore op. 65


Prosegue, con la Sinfonia n. 8 in Do minore op. 65, l’integrale delle sinfonie di Dmitrij Šostakovic, iniziata alcuni anni fa sotto la direzione di Oleg Caetani, con il quale l’Orchestra Verdi sta anche realizzando l’incisione delle sinfonie del compositore russo.

La Sinfonia n. 8 di Dmitrij Šostakovic, scritta in piena seconda guerra mondiale (essa fu ultimata nel 1943), si presenta come grandiosa testimonianza della lotta contro gli invasori tedeschi, accostandosi così alla precedente Sinfonia n. 7 Leningrado, sottolineando però il carattere tragico della guerra. Nella meccanicità del secondo e terzo movimento si è voluto intravedere una raffigurazione simbolica della disumana macchina della guerra. La Ottava Sinfonia fu eseguita la prima volta il 4 novembre 1943.
La prima parte del concerto prevede invece composizioni di Alfredo Casella e Miliji Alekseevic Balakirev, due autori conosciuti al loro tempo anche come pianisti di altissimo livello. Nel lavoro sinfonico Elegia eroica di Alfredo Casella, del 1918, si avvertono le tracce di un cupo pessimismo, che caratterizza soprattutto i lavori nati tra il 1914 e il 1924, mentre è estraneo al resto della produzione musicale del compositore.
Di Alfredo Casella è anche la trascrizione per orchestra, risalente al 1907, della fantasia orientale per pianoforte Islamey (1869) di Miliji Alekseevic Balakirev, che oltre a essere pianista fu attivo anche come direttore d’orchestra. Membro fondatore del “Gruppo dei Cinque" fu importante promotore di un’autentica tradizione della musica russa. La composizione pianistica Islamey, uno dei lavori più conosciuti del compositore, si contraddistingue per il suo grande virtuosismo e la difficoltà di esecuzione che ne consegue.

Oleg Caetani, direttore di concerto e d’opera, considera egualmente importanti questi due aspetti del suo lavoro. Un rapporto profondo lo lega alla Staatskapelle Dresden che dirige da più di due decenni (dopo l’esordio all’età di vent’anni) e ai Münchner Philharmoniker. Nel 2003 ha portato l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano in una vasta tournée sudamericana. Con loro sta registrando il primo ciclo completo in Italia delle sinfonie di Šostakovic. Il primo Cd comprendente le sinfonie n. 5 e n. 6, uscito alla fine del 2003, ha già ricevuto due premi: 10/10 Classic Today’s negli Stati Uniti e ffff Telerama in Francia. Il suo impegno per l’opera l’ha portato alla collaborazione con i più importanti teatri, tra gli altri il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e il Teatro alla Scala.
E’ stata Nadia Boulanger a scoprire il suo talento e ad iniziarlo alla musica. Presto Oleg Caetani frequenta la classe di direzione d’orchestra di Franco Ferrara al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, accanto allo studio della composizione, dove all’età di diciassette anni esordisce con uno spettacolo di musiche di Monteverdi. Immediatamente dopo si trasferisce a Mosca diplomandosi poi, primo italiano in Unione Sovietica, in direzione d’orchestra con Mussin al Conservatorio di Leningrado.
Nel 1979 vince il Concorso RAI a Torino e nell’ 82 il Concorso Karajan a Berlino. Giovanissimo è pianista di sala alla Staatsoper di Berlino. Seguono gli incarichi di direttore principale in varie città della Germania. In questi anni dirige già orchestre come il Gewandhaus, Bayerischer Rundfunk, Wiener Symphoniker e la Yomiuri Orchestra. Dal 2005 prenderà la guida della Melbourne Symphony Orchestra.

Biglietti: da 10 a 31 euro (Orari Biglietteria: tutti i giorni dalle 10 alle 19)
Informazioni: tel. 02.83389.201/2/3

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".