A+ A A-

A Santa Cecilia (Roma), Il giro del mondo in tre orchestre porta in Messico e Qatar

  • Scritto da Il Trillo
Orquesta Juvenil Universitaria Eduardo Mata del MessicoDopo l’orchestra Filarmonica della Scala diretta da Daniel Harding, lunedì 14 settembre per "Il giro del mondo in tre orchestre" dell'Accademia di Santa Cecilia a Roma sarà la volta dell’Orquesta Juvenil Universitaria Eduardo Mata del Messico, compagine sinfonica nata in seno al più importante polo culturale del Messico, l’Universidad Nacional Autónoma de México, che ha come obiettivo quello di promuovere i migliori talenti tra i musicisti messicani. L'Orchestra ha una sua stagione concertistica presso la Nezahualcóyotl Hall, una delle migliori sale del mondo, e solitamente si esibisce sotto la direzione di Gustavo Rivero Weber, suo direttore artistico e fondatore, impegnato sul podio anche in occasione del concerto a Santa Cecilia.
In programma la Danza rituale del fuoco di Manuel de Falla, di Paganini il Concerto per violino n. 2 “La Campanella” nell’esecuzione di Massimo Quarta, celebre violinista che nel 1991 è stato il primo italiano, dopo Salvatore Accardo, a vincere il concorso “N. Paganini” di Genova. A chiudere il concerto dell’Orquesta Juvenil saranno alcune belle melodie popolari messicane interpretate dal soprano Lluvia Ruelas e dal tenore José Luis Ordóñez.
L’ultimo appuntamento sarà martedì 15 settembre (Sala Santa Cecilia, ore 21) con la Qatar Philharmonic Orchestra, con due grandi nomi per il podio e per il pianoforte: Dmitrij Kitajenko, considerato uno dei maggiori direttori della scena internazionale e Boris Berezovsky, pianista apprezzato in tutto il mondo per il trascinante virtuosismo e per la profondità di lettura delle sue interpretazioni; di Čajkovskij sarà eseguito il Concerto n. 1 per pianoforte e orchestra e la Sinfonia n. 4; di Prokof’ev la Sinfonia n.1.
La Qatar Philharmonic, fondata nel 2007 con l’intento di promuovere la musica occidentale nel mondo arabo, crea un ponte tra la musica classica occidentale e la musica mediorientale tracciando un percorso ancor più significativo in questo particolare momento storico. Il suo concerto inaugurale è avvenuto nel 2008 sotto la direzione del Maestro Lorin Maazel che ha definito la Qatar Philharmonic come una delle orchestre più importanti del mondo. The Guardian ha definito il debutto della Qatar Philharmonic Orchestra ai BBC Proms come uno tra i 10 più importanti eventi live del 2014. La Qatar Philharmonic ha infatti registrato un sold out alla Royal Albert Hall di Londra, esaurendo rapidamente tutti i 5,272 posti della famosa venue.
I 101 professori d’orchestra della Qatar Philharmonic provengono da 30 nazioni differenti, una specie di Onu delle orchestre.  Non stupisce quindi che l’orchestra si sia esibita all’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York. Alle audizioni per la sua formazione hanno partecipato oltre 3000 musicisti per 101 posti disponibili. L’età media degli orchestrali è sui 30 anni.  L’Italia è ben rappresentata da 3 musicisti: Giovanni Pasini, viola principale, Matteo Gaspari, contrabbasso e Simone Zanacchi, clarinetto basso. Javier Castaño Medina, precedentemente basso tuba della Qatar Philharmonic attualmente fa parte dell’orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Altra curiosità sulla Qatar Philharmonic riguarda il caso unico delle due gemelle uzbeke Alie Bekirova e Lilya Bekirova, entrambe vincitrici dell’audizione per la sezione violini. La Qatar Philharmonic si è esibita nelle venue più prestigiose delle più belle città del mondo, Damasco, Londra, Milano, New York, Palermo, Parigi, Roma, Vienna e Washington.
 
5, 14, 15 settembre 2015
Il giro del mondo in tre orchestre
Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia
ROMA
 
5 settembre 2015 ore 21
“With you Armenia”
Filarmonica della Scala
direttore Daniel Harding - pianoforte Alessandro Taverna
Beethoven: Concerto per pianoforte n. 3  
Dvořák: Sinfonia n. 8  
Khachaturian: Waltz

14 settembre 2015, ore 21
Orquesta Juvenil Universitaria Eduardo Mata
direttore Gustavo Rivero Weber - violino Massimo Quarta
tenore José Luis Ordóñez - soprano Lluvia Ruelas
De Falla:  Danza rituale del fuoco    
Paganini: Concerto per violino n. 2 “La Campanella”
Melodie popolari messicane Esperón, Ay Jalisco! Esparza Oteo, Dime que si, Castro,  Intermezzo da Atzimba, Esperón,  Io sono messicano, Grever, Júrame, Márquez, Conga del fuoco nuovo, Moncayo, Huapango   
 
15 settembre 2015, ore 21
Qatar Philarmonic Orchestra
direttore Dmitrij Kitajenko - pianoforte Boris Berezovsky
Prokof’ev: Sinfonia n. 1 “Classica”  
Čajkovskij: Concerto per pianoforte n. 1
Čajkovskij: Sinfonia n. 4 

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".