A+ A A-

Teatro Metastasio: per il 2012/2013 un grande cartellone tra Melato, Orsini, Ronconi e Braxton

  • Scritto da Enrico Zoi

Il Teatro Metastasio di Prato inaugurerà il 6 ottobre una stagione 2012/2013 scintillante di protagonisti e sapientemente diversificata nelle proposte, articolate nelle tre sedi dello stesso Metastasio, del Fabbricone e del Magnolfi.
Il via al cartellone giungerà da una produzione dello stesso teatro, in prima assoluta dal 6 al 28 ottobre: Isola, di Tommaso Santi, per la regia di Paolo Magelli, con Andrea Bacci, Valentina Banci, Monica Bauco, Francesco Borchi, Elisa Cecilia Langone, Mauro Malinverno, Fabio Mascagni, sette naufraghi in un gommone.
Nel mezzo, il 14, un'altra prima assoluta esclusiva, stavolta con il grande jazz del polistrumentista e compositore di Chicago Anthony Braxton, un Maestro con l'ipermaiuscola che sarà a Prato con il suo Echo Echo Mirror House, un sestetto di ricerca e fusione da lui pensato appositamente per il Metastasio, a cui è legato dal 1971, quando suonò qui in jam con Ben Webster.
A novembre arriveranno due classici come l'Eugène Ionesco della Cantatrice calva, per la regia di Massimo Castri, in collaborazione con Marco Plini, e lo Shakespeare della Tempesta nella versione della Popular Shakespeare Kompany, diretta da Valerio Binasco.
Tra novembre e dicembre vedremo sulla scena pratese l'intensa, drammatica, imperdibile Mariangela Melato con Il dolore di Marguerite Duras.
Il 19 dicembre un altro big del teatro italiano, Umberto Orsini, leggerà Giovanni Pascoli, mentre gennaio sarà un altro mese insieme ai classici, con il Luigi Pirandello di Trovarsi, per l'adattamento e la regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi, e La tempesta di William Shakespeare tradotta e interpretata da Eduardo De Filippo, versione curata dal figlio Luca. Mentre, nel ricco programma di febbraio spicca, dal 21 al 24, La modestia, del drammaturgo argentino Rafael Spregelburd, presentata da un altro Maestro della nostra prosa, Luca Ronconi, la primavera si annuncia al Metastasio con il ritorno di uno dei grandi del teatro internazionale, il lituano Eimuntas Nekrošius, uno di quelli che giustamente ama puntare in alto. Dal 21 al 24 marzo lo farà con la Divina Commedia di Dante Alighieri.
Ad aprile, dal 10 al 21, tornerà Pirandello con Questa sera si recita a soggetto. Ancora da definire la data e la sede dello spettacolo di Barbara Valmorin, che presenterà La porta, dal romanzo di Magda Szabò, mentre il mese di maggio proporrà una chiusura di stagione da gran finale: dal 3 al 5 Enrico Frattaroli in Sade: opus contra naturam, dall’opera del Marchese de Sade, e dal 10 al 12 la pratese Pamela Villoresi nelle Memorie di una schiava, spettacolo liberamente tratto da Spedizione al Baobab di Wilma Stockenstrom.
Il rapido excursus sulla stagione del Metastasio (qui il cartellone completo) si completa con la notizia che dall'11 settembre è ufficialmente aperta la campagna abbonamenti e con la segnalazione di un utile corso, per giunta gratuito, di costumista di scena.
Il Metastasio, con la sua ricca visitazione delle mille e più sfaccettature del grande teatro, della musica di ricerca e delle molte letterature del mondo, ci aspetta!

Info.

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".