A+ A A-

Teatro AnDante come una lampada di Aladino, tra Corruption e Milena Vukotic nei panni di Coco Chanel

  • Scritto da Enrico Zoi

Con la stagione 2013/2014, il Teatro Dante di Campi Bisenzio apre un new deal della sua storia. Dal 9 novembre 2013 al 29 marzo 2014 saranno otto gli spettacoli di prosa, lirica, jazz, classica e danza, tra prime nazionali e nuove produzioni, con alcuni grandi nomi della scena artistica internazionale, da Sandro Querci a Milena Vukotic passando per Filippo Nigro, che nei prossimi mesi animeranno lo spazio alle porte di Firenze.

Nuovo corso perché? L'assessore alla cultura, Emiliano Fossi, è diventato sindaco nella scorsa primavera. In maniera del tutto inattesa, durante l'estate, ad Alessandro Benvenuti non è stato rinnovato l'incarico di direttore artistico: sorpresa, stupore e domande fra gli addetti ai lavori, e non solo. L'immagine di copertina del teatro, probabilmente sulla scorta di altri spazi fiorentini che di anno in anno individuano da sempre una suggestione grafica diversa che incuriosisca e dia il senso all'annata, è quella della ‘lampada di Aladino’, per realizzare i desideri della Comunità campigiana, orfana da quest'anno del suo grande concittadino Carlo Monni, diventando luogo d’arte per tutti. Di conseguenza, lo slogan è ‘Il Dante partecipato, un genio di Teatro’. Il tutto nell'àmbito dell’iniziativa ‘AnDante’, curata dallo stesso Comune, che intende coinvolgere spettatori, cittadini e patrimonio sociale locale con idee e suggerimenti su come trasformare il teatro in un luogo e un bene comune, non separato dalla città. La continuità è affidata alla direzione dell’Accademia dei Perseveranti.
Riferito della 'rivoluzione', la stagione parte il 9 novembre, con la prima esecuzione del Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini, diretta da Alan Freiles Magnatta, per la regia di Guglielmo e Nicola Visibelli. Ancora musica e ancora una prima nazionale il 16 novembre, con la commedia musicale Il cappello di paglia di Firenze, di Eugene Labiche, a cura di Pfc produzioni di Barbara Gualtieri e Sandro Querci, che anticiperà l’apertura della mostra dedicato al cappello di paglia, da novembre alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti (in collaborazione con il Consorzio del cappello di paglia di Firenze). Protagonisti saranno i celebri cappelli di paglia di Firenze, presenti nel cinema di tutti i tempi, coprotagonisti brani musicali da Oscar e capolavori musicali del ‘900.
Dopo la danza contemporanea, presente il 6 dicembre con Corruption, della Oniin Dance Company, compagnia stabile di danza del Teatro delle Celebrazioni di Bologna, e, il 20 dicembre, il Sacred concert – Duke Ellington, omaggio alla leggenda del jazz da parte della Sunrise Jazz Orchestra di Campi Bisenzio, del coro Animae Voces di Bagno a Ripoli e del coro Sesto in-Canto di Sesto Fiorentino e abbondantemente dopo la pausa natalizia solo il 24 gennaio arriverà il primo appuntamento con la prosa: Franco Castellano, volto noto del piccolo schermo, interpreterà la commedia Uscirò dalla tua vita in taxi, degli inglesi W. Hall e K. Waterhouse. La regia è di Pino Ammendola.
L'8 febbraio sarà il turno della musica classica, con il concerto Geza & the bohemian virtuosi, ideato e diretto dal violinista magiaro Geza Hosszu-Legocky (candidato a due Grammy Awards nel 2005), accompagnato dal suo ensemble composto da undici archi e un pianista.
Ritorno (definitivo) alla prosa il 28 febbraio con Filippo Nigro (al cinema: Le fate ignoranti, La finestra di fronte, E la chiamano estate) e la Compagnia Gli Ipocriti (Fabrizia Sacchi, Paolo Briguglia, Dajana Roncione), nella commedia Pretty – Un motivo per essere carini, dello statunitense Neil LaBute, sull’ossessione della bellezza nei rapporti personali. La regia dello spettacolo è di Fabrizio Arcuri.
Gran finale il 29 marzo con l'insostituibile Milena Vukotic, capace di essere sexy (negli anni '70 posò nuda su Playboy e la ricordate in Bianco, Rosso e Verdone?), drammatica, ironica (Fantozzi!) e profondamente televisiva, nei panni, a Campi, della grande stilista Coco Chanel in C come Chanel, di Valeria Moretti, per la regia di Roberto Piana.

La stagione 2013/2014 del Teatro Dante è diretta dall’Accademia dei Perseveranti, in collaborazione con Comune di Campi Bisenzio, Associazione Campi Lirica, Accademia di Danza Hidron diretta da Lara Favi, Filarmonica Michelangiolo Paoli e Scuola di musica di Campi Bisenzio diretta da Massimo Barsotti. Sponsor tecnici: Unicoop Firenze - Sezione Soci di Campi Bisenzio, Firenze Flora, West Florence Hotel, Ristorante La Fontana.


Informazioni: tel. 055.8979403.

@il_trillo

per scrivere a iltrillo.eu invia una mail a info@iltrillo.eu o contattaci sui nostri profili "Twitter""Facebook".