Alessandro Bergonzoni

Alessandro Bergonzoni debutta in teatro nel 1982. Già nei primi suoi spettacoli (Scemeggiata, Chi cabaret fa per tre, La regina del Nautilus) sviluppa quei temi comici che diventeranno fondamentali nei successivi lavori: il rifiuto del reale come riferimento artistico, l’esplorazione linguistica e l’assurdo come mondo comico da indagare a tutto campo. Alla fine degli anni ’80 iniziano le partecipazioni televisive e con esse la notorietà presso il grande pubblico. Nel 1989 esce il suo primo libro per Mondadori, Le balene restino sedute, miglior libro comico dell’anno e anticipatore del fenomeno editoriale degli autori comici esploso in quegli anni. Ma è a teatro che decide, da un certo punto in poi, di continuare ad incontrare il suo pubblico. E così “urge” verificare dalla platea la necessità della scrittura comica di quello che senza dubbio è uno dei più originali artisti contemporanei, che nel 2009 ha anche vinto il Premio UBU come miglior attore del teatro italiano per lo spettacolo Nel. Dal 2000 ha iniziato una strettissima collaborazione con la “Casa dei Risvegli - Luca De Nigris”.

[fonte: Teatro della Fortuna di Fano (PU) - aprile 2012]