Macbeth di Verdi all'Opera Bastille di Parigi

dal 10 aprile all'8 maggio 2009
Opéra National de Paris - Opéra Bastille      
PARIGI 

Dopo l'''Eugene Onegin'' di Ciaikovskij, il regista russo Dmitri Cherniakov ha messo in scena all'Opera Bastille di Parigi il ''Macbeth'' di Giuseppe Verdi. Una delle opere preferite dal grande compositore, ispirata al dramma shakespeariano, che ando' in scena per la prima volta al Teatro della Pergola di Firenze, il 14 marzo 1847.

Ora Tcherniakov, noto per rompere le convezioni del teatro, la rivisita in chiave moderna facendo appello al multimediale. Come sul motore di ricerca Google Earth, si sorvola sulle case di un paesino prima di zoomare sul luogo della scena, una piazzetta illuminata da un lampione autostradale, sotto un cielo nuvoloso in movimento, oppure l'interno di una dimora borghese. Il regista rinuncia all'aspetto soprannaturale dell'opera trasformando le streghe (che nel testo annunciano a Macbeth il suo destino di re) in una folla anonima. Macbeth (il baritono Dimitris Tiliakos) e Lady Macbeth (Violetta Urmana) sono due ricchi borghesi che accolgono un re Duncan in maglioncino beige e pacche sulla spalla che, per alcuni critici, assomiglia ad un mafioso. Il risultato divide critica e pubblico. Alla bacchetta c'e' il greco Teodor Currentzis che dirige l'Orchestra dell'Opera nazionale di Parigi. Nei ruoli di Banco e Macduff due italiani: il basso Ferruccio Furlanetto e il tenore Stefano Secco.
 

Aggiungi commento

Se lo desiderate, potete commentare pubblicamente la notizia: evitate temi che non riguardano l'articolo, linguaggio non consono, turpiloquio e di offendere o diffamare chiunque.
Ci riserviamo di cancellare i commenti e di inibire l'accesso a coloro i quali non rispetteranno queste regole o inseriranno indirizzi e-mail di riferimento non reali. In ogni caso verrà rilevato l'indirizzo IP.


Codice di sicurezza
Aggiorna