Come arredare la casa: ecco alcuni stili di arredamento

Come arredare la casa: ecco alcuni stili di arredamento

Arredare una casa è un’esperienza assolutamente meravigliosa, che permette di personalizzare l’ambiente in cui si vivrà seguendo il proprio gusto e definendo uno stile in grado di esprimere carattere e personalità. Esistono un’infinità di stili e proposte originali per creare un ambiente domestico accogliente e di tendenza, capace di rispecchiare pienamente chi lo vivrà. Conoscere i diversi stili possibili potrà aiutare a scegliere più facilmente il tipo di arredamento migliore per la casa.

Lo stile industriale, moderno ma non troppo

Questo stile si basa essenzialmente sull’utilizzo di materiali molto “grezzi” come il ferro, il metallo, il cemento o il legno. Lo stile nasce negli States intorno agli anni Cinquanta a seguito del recupero di antichi edifici industriali abbandonati. Optare per questo stile vuol dire scegliere un’atmosfera domestica ispirata a quella delle vecchie fabbriche, caratterizzata da un gusto vintage ma al tempo stesso molto “street”. Pareti con mattoni, mobili “a giorno” in ferro o legno aiutano a dare all’ambiente quel sapore industriale tipico di questo stile di arredamento. Lo stile industriale necessita di una discreta attenzione per equilibrare i diversi elementi d’arredo bilanciando toni caldi e freddi.

Lo stile shabby chic e il gusto provenzale

Questo tipo di arredamento è composto essenzialmente da mobili ed elementi dal design elegante ispirato alle linee classiche, ricche di intarsi, dettagli e decori. Quel che rende particolare lo stile shabby è la verniciatura, volutamente rovinata e decadente, dei vari complementi d’arredo. L’intento è quello di dare ai mobili un aspetto vissuto. Tra i colori che dominano vi sono il bianco, i toni pastello e quelli leggeri del legno chiaro, abbinati a tessuti naturali come cotone o lino, nelle stesse nuance. Lo stile shabby è romantico e delicato, ispirato a quello provenzale, dove i mobili pastello non vengono trattati per avere l’effetto “vissuto” ma sono laccati e lucenti. Tra i prodotti da non perdere è possibile scegliere i migliori tappeti Blanc Mariclò, perfetti per un arredamento in pieno stile shabby chic.

Vintage ma non solo d’altri tempi

Quello che appartiene al passato, oggi acquista un valore aggiunto ed un fascino conferito proprio dal trascorrere del tempo. Su questa linea di pensiero si fonda l’arredamento in stile vintage. Scegliere di arredare l’ambiente domestico seguendo questo stile potrebbe essere complicato e si può rischiare di enfatizzarlo eccessivamente, creando un’atmosfera quasi “finta”. Per ottenere il massimo da uno stile di arredamento vintage è fondamentale bilanciare in maniera opportuna gli elementi antichi con quelli moderni. Come prima cosa è necessario scegliere un singolo periodo di riferimento ed ispirarsi a quello. Scegliendo, ad esempio, mobili degli anni Cinquanta ci si troverà di fronti ad elementi dalle linee essenziali e senza troppi fronzoli che ben si prestano ad essere affiancati a mobili dal design moderno e attuale. Se, invece, si preferiscono gli anni Sessanta ci si baserà su un arredamento fatto da colori sgargianti e vivaci, da abbinare ad altri complementi d’arredo dai toni più sobri e giocando con il colore anche su tende e tessili.

Conclusione

Sostanzialmente non esiste una scelta giusta o una meno giusta per quanto riguarda l’arredamento della propria casa. Quello che è importante è seguire l’istinto, assecondare i gusti di chi vivrà l’ambiente domestico, in modo tale che l’arredamento rispecchi la personalità di chi lo sceglie. Curare la casa in ogni minimo particolare dal colore delle pareti alla scelta dei singoli complementi d’arredo è un’esperienza emozionante, una sorta di viaggio esistenziale dentro se stessi. Il consiglio fondamentale è quello di non esagerare mai, non collocare troppi elementi dello stesso stile in un unico ambiente e cercare, invece, di mantenere un preciso tipo di arredamento per l’intera casa, alternando e bilanciando il design moderno e pulito di oggi con quello più ricercato e particolare. Mescolare lo stile vintage, shabby oppure urbano-industriale in un contesto moderno bilanciando i singoli elementi d’arredo è possibile e necessario per ottenere un ambiente domestico armonioso e ben equilibrato, dove trascorrere piacevoli momenti da soli e con il resto della famiglia.