Come scegliere il nome per il negozio

Come scegliere il nome per il negozio

Scegliere un nome per un negozio è un passaggio indispensabile se si desidera essere notati dalla clientela. Questa cosa vale ancor di più su Internet, dove la nostra vetrina, spesso si riduce ad una preview generata dal motore di ricerca.

Sono tanti tool che consentono di generare istantaneamente dei nomi funzionari, ma è sempre importante usare la testa e seguire un minimo di criterio per evitare di incappare in errori madornali.

Collocare il negozio

Molto spesso lo shop online è un’estensione di quello fisico tradizionale e serve per raggiungere una clientela lontana. Tutto dipende dalla nicchia e dalla specificità dell’attività.

Un elemento importante da tenere in considerazione è il fattore demografico, ovverosia elementi come la fascia di età e di censo. Questi oltre che la provenienza geografica influiscono sulla nostra clientela.

Lo stesso prodotto infatti può non costituire da solo l’attrattiva principale, basti considerare il pubblico dei giovanissimi, che impiega parole-chiave nuove e quello maturo che potrebbe essere non attirato da un certo gergo.

Il nome del negozio deve essere attrattivo nei confronti del pubblico. Quindi alcune attività funzioneranno soltanto in centro, mentre altre potranno andare tranquillamente in periferia se non addirittura in zona industriale.

Aprire in provincia o in città ti pone di fronte a target differenti, perché dove il pubblico è più ampio, è anche più specifico. Un nome accattivante in città deve comunicare al tuo target il tuo prodotto, in provincia potrebbe risultare solo ridicolo.

Dovrai però restare attrattivo, quindi per esempio “Piccoli Segreti” è meglio, per una profumeria rispetto a “Creme e Lozioni”.

Passare online

Entrare nel business on-line significa rivolgersi ad una clientela che sa che cosa vuole, cerca un prodotto specifico ed è abituata ad utilizzare il corriere per le spedizioni. Una volta che è approdata sulla tua piattaforma, sarà la struttura del sito ad aiutarti, ma prima bisogna che ci arrivi.

Ci sono alcuni piccoli trucchi che aiutano. Innanzitutto si deve restare sul semplice. Non servono nomi lunghi o frasi complicate per identificare il tuo shop. Anzi quello che occorre è qualcosa di semplice, identificabile e facile da ricordare.

Un’idea semplice per capire come muoversi, è quella di immaginare che qualcuno ti dica, durante un concerto o in discoteca in discoteca, il nome del tuo negozio. Se è impronunciabile, in una situazione rumorosa non riusciremmo neanche a sentire tutte le lettere.

Questo piccolo trucco dovrebbe aiutarti ad evitare nomi troppo complicati lunghi o facili da confondere. Inoltre è sempre bene evitare toni troppo altisonanti, perché il tuo pubblico potrebbe non apprezzare.

Se è facile fare lo spelling, non contiene sequenze di lettere incomprensibili e usa solo parole comuni, è sicuramente più affidabile rispetto a uno complicato.

Lo spelling deve essere semplice, perché deve restare in mente e soprattutto essere ricercato su Google dai tuoi potenziali clienti. Con il tool Google Keyword Planner, che è gratuito, con un impegno abbastanza ridotto riuscirai a capire se il nome prescelto è plausibile e unico.

Una cosa importante è quella di avere un nome univoco che identifichi il tuo negozio virtuale con quello reale, ma soprattutto che sui social media che impieghi sia sempre lo stesso. Va bene che il titolare condivida i video sul suo negozio usando il proprio profilo social, ma lo shop deve essere rintracciabile immediatamente.

Ultimo segreto, importantissimo, quando avete finalmente raggiunto la formulazione che vi piace, provate a proporla ad un amico, per capire se suona bene, se non è imbarazzante da pronunciare o semplicemente strano.