Frese a tazza per legno: qual è la sua utilità?

Frese a tazza per legno: qualè la sua utilità?

Il legno è un materiale sempre più utilizzato per le costruzioni di locali e di mobili per l’arredo, grazie alle sue ottime caratteristiche ed al suo design molto bello esteticamente.

Trattare il legno è sicuramente una pratica molto importante e da svolgere con dedizione, e un attrezzo che non può sicuramente mancare è la fresa, detta anche fresa livellatrice. Si tratta di un accessorio che consente all’operatore di appianare velocemente grandi superfici di legno, ma è particolarmente efficace anche se impiegata per la sgrossatura di ampi scassi e per la rifinitura dei fianchi dei tenoni.

La fresa ha un set di accessori molto variabile, e non si può non nominare le frese a tazza per legno (approfondisci https://www.fraisertools.com/it/fresa-a-tazza-legno.html), utilizzabili sia per scopi amatoriali sia per lavori professionisti. Scopriamo di cosa si trattano e quando è possibile utilizzarle.

Prima di parlare dei sui utilizzi e quindi dei campi d’impiego, merita una particolare attenzione la forma che ha questo accessorio, molto particolare. Ha dimensioni prettamente cilindriche, con una punta pilota che permette tagli precisi e puliti ed un bordo in basso seghettato.

Non esiste un unico modello di fresa a tazza, in quanto in commercio è possibile trovare tra le più svariate tipologie, in base al materiale su cui utilizzarla ed al lavoro specifico che bisogna svolgere.

In generale, comunque, i modelli più venduti e diffusi, come materiale in acciaio di carbonio, hanno un prezzo che oscilla tra i sette ed i dieci euro.
Particolarmente comuni sono anche le frese a tazza per legno bimetalliche, ovvero formate da un acciaio morbido ed uno ad alta velocità, per ottenere un risultato finale ottimo sotto ogni aspetto e per assicurare una lunga durata d’utilizzo della fresa in questione.

Arriviamo ora ad un argomento di particolare rilevanza: In che caso si può utilizzare questa determinata tipologia di fresa per legno?

Generalmente vengono utilizzate per allargare fori già presenti, o anche per fori passanti, dove bisogna passare tra due pannelli di compensato.
Ciò è permesso grazie all’ottima resistenza e potenza di questa tipologia di fresa.

E’ sicuramente però consigliato seguire e prestare sempre attenzione a determinati passaggi quando si utilizza una fresa a tazza per forare il legno:

  • pulizia costante, per mantenerla conservata correttamente e per garantire la sua corretta efficacia;
  • in caso di materiali molto duri è fortemente consigliato procedere con calma e quindi abbassare la potenza dei giri del trapano;
  • la sicurezza viene sempre prima di tutto, quindi bisogna usare appositi occhiali di protezione, guanti e scarpe infortunistiche;
  • bisogna assicurarsi di aver inserito correttamente la fresa a tazza dentro al trapano, e per fare ciò particolarmente utile può essere leggere le istruzioni di entrambi i prodotti;
  • è sconsigliato l’utilizzo di questa tipologia di frese per i trapani a batteria, che avranno apposite punte per il loro funzionamento;
  • mai forzare troppo con la forza e la potenza, in quanto si rischia di rompere la fresa e di farsi male personalmente.